Come aprire un’attività di installazione impianti

Qui di seguito vi mostreremo un video, preso da YouTube e realizzato dalla Camera di Commercio di Milano, che vi spiegherà come è definita un’attività di installazione di impianti e le pratiche burocratiche e i requisiti necessari per poterla avviare.

Possono rientrare nelle discipline di attività di istallazioni di impianti degli edifici tutte le imprese che operano attraverso impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione e utilizzo di energia elettrica, impianti di protezione contro le scariche atmosferiche, impianti per l’automazione di porte, cancelli e barriere, impianti radio televisivi, antenne ed impianti elettronici in genere. Inoltre, impianti di riscaldamento, climatizzazione, condizionamento e refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense e di ventilazione e aereazione dei locali. Inoltre, impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura e specie, impianti per la distribuzione e il consumo di gas di qualsiasi tipo comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione e aereazione dei locali, impianti di sollevamento di persone o di cose per mezzo di ascensori, montacarichi e scale mobili e simili, impianti di protezione antincendio.

Le imprese devono presentare la SCIA la Segnalazione Certificata di Inizio Attività all’ufficio di competenza territoriale.

Il responsabile tecnico per poter svolgere l’attività deve possedere almeno uno dei seguenti pre- requisiti tecnico-professionali.

Titolo di studio: un diploma di laurea in materia tecnica specifica conseguito presso l’università statale o una legalmente riconosciuta utile ai fini dello svolgimento dell’attività.

Titolo di studio ed esperienza professionale: in aggiunta al titolo professionale, verrà richiesta un’attività lavorativa che dovrà essere svolta nello stesso settore per il quale si richiede il requisito tecnico-professionale, escludendo le attività amministrative.

Esperienza professionale specializzata: aver esercitato l’attività di installazione di impianti per almeno tre anni nello stesso campo dell’impresa che si vuole avviare.

Esperienza professionale: aver installato impianti per almeno sei anni con una collaborazione tecnico continuativa in un’impresa abilitata nel settore di competenza.

Requisiti di onorabilità: non devono essere stati immessi provvedimenti relativi alla normativa antimafia nei confronti del titola d’impresa e institore e tutti i soci di una società a nome collettivo.

In questo articolo vi abbiamo spiegato quali sono i requisiti necessari e quali le pratiche più importanti da svolgere per poter avviare un’attività di installazione di impianti, ma se volete maggiori informazioni, vi consigliamo di guardare il video qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *