19 consigli per diventare un trader di successo

trader

Il Forex ha causato ingenti perdite per molti operatori inesperti e indisciplinati nel corso degli anni. Qui ho inserito qualche punto da considerare per evitare disastri e massimizzare i profitti.

1. Conosci te stesso. Definisci con attenzione la tua tolleranza al rischio. Definisci quali sono le tue esigenze.

Per trarre profitto nel trading è necessario conoscere i mercati. Ma prima di conoscere i mercati è necessario innanzitutto conoscere se stessi. Il primo passo per acquisire consapevolezza è garantire che il vostro rischio sia ben tollerato e l’allocazione del capitale da dedicare al Forex trading non è eccessivo o carente. Questo significa che è necessario studiare attentamente e analizzare i propri obiettivi finanziari prima di cimentarsi nel trading sul forex.

2. Organizza i tuoi obiettivi in base al tuo piano.

Una volta che hai pianificato i tuoi obiettivi è necessario definire in modo sistematico un calendario e un piano di lavoro per la tua attività da trader. Quanto tempo dedicare alla vostra formazione? Quanto tempo si può dedicare alla negoziazione? Il tuo obiettivo è l’indipendenza finanziaria o semplicemente miri a generare un reddito supplementare? Dovrete rispondere a queste e ad altre domande simili prima di avere una visione chiara e approcciare la negoziazione in modo persistente e paziente. Inoltre, avere obiettivi chiari vi aiuterà ad analizzare meglio il rapporto rischio/beneficio ed a raggiungere più facilmente i vostri obiettivi.

3. Scegliere il broker con attenzione.

Anche se questo punto è spesso trascurato dai principianti, è indispensabile valutare l’affidabilità del broker. E’ importante che i vostri obiettivi, il livello di esperienza e di negoziazione corrispondono all’offerta fatta dal broker. Il vostro profilo cliente è allineato con il broker scelto? La piattaforma trading è adatta alle vostre aspettative? Quanto è efficiente il servizio clienti? Tutti questi aspetti devono essere esaminati con cura prima di iniziare ad operare con un broker.

4. Scegli il tipo di account e il rapporto di leva finanziaria in base alle tue esigenze e aspettative.

Nel proseguimento del punto precedente, è necessario scegliere il conto che più si addice alle vostre aspettative ed al livello di conoscenza. I vari tipi di conti offerti possono essere fonte di confusione in un primo momento, ma la regola generale è che più bassa è la leva meglio è. Se si dispone di una buona conoscenza della leva finanziaria e del trading in generale, potete essere soddisfatti anche con un account standard. Se sei un principiante, dovrete assolutamente iniziare con un periodo di studio e di pratica utilizzando un mini conto. In generale, mantenete il livello di rischio più basso possibile, in modo da fare le vostre scelte nel modo più conservativo possibile, soprattutto all’inizio della attività da trader.

5. Iniziate con piccole somme, aumentate la dimensione del vostro conto grazie a guadagni organici e non da ulteriori depositi.

Uno dei migliori consigli per trading sul forex è quello di iniziare con piccole somme, e una bassa leva, fino a che il tuo conto non generi profitti. Non vi è alcuna giustificazione per pensare che un conto più grande consentirà maggiori profitti. Se riuscite ad aumentare le dimensioni del tuo conto attraverso il trading sarebbe perfetto. Altrimenti, non c’è motivo di continuare a pompare denaro su un conto che sta bruciando soldi.

6. Focalizzatevi su un’unica a coppia di valuta.

Il mondo del trading forex è profondo e complicato a causa della natura caotica dei mercati, dei diversi personaggi e delle diversi obiettivi dei partecipanti al mercato. E’ difficile padroneggiare tutti i tipi di attività finanziarie presenti al mondo, quindi limitate la vostra attività alla negoziazione di una coppia di valuta che abbiamo studiato e con cui abbiamo familiarità. Cercate di tradare le coppie più liquide e più diffuse.

7. Fai quello che ti è chiaro.

Non operare sulla base del sentito dire o delle chiacchiere. Non agite se non siete sicuri di aver compreso sia le conseguenze positive che le conseguenze negative che possono derivare dall’apertura di una posizione.

8. Non aggiungere denaro ad una posizione in perdita.

Nessuno sa con sicurezza qual è il trend di una coppia di valute durante le prossime ore, giorni o addirittura settimane. Si possono fare un sacco di ipotesi plausibili, ma nessuno conosce con sicurezza quale sarà il prezzo poco dopo. Di conseguenza, non aggiungere soldi ad una posizione in perdita, a meno che non amate il gioco d’azzardo. Una posizione in rosso al limite possiamo lasciarla sopravvivere da sola secondo il piano iniziale, ma aggiungere denaro non è mai una pratica consigliabile (meglio sarebbe tagliare le perdite subito!!).

9. Trattenete le vostre emozioni.

Avidità, eccitamento, euforia, panico o paura non dovrebbero avere spazio durante il trading. Ma i trader sono esseri umani, quindi è ovvio che dobbiamo trovare un modo per convivere con queste emozioni, controllandole e minimizzando il loro effetto sulla nostra attività. Per questo motivo è sempre meglio iniziare con piccole somme di denaro. Se riduci il rischio, si può operare con più calma e realizzare gli obiettivi a lungo termine, riducendo l’impatto delle emozioni sulle nostre scelte di trading. Un approccio logico e una bassa emotività sono indispensabili per fare trading con successo.

10. Studiare i vostri successi e i fallimenti.

Un approccio analitico alla negoziazione non inizia con l’analisi tecnica o con la formulazione di strategie di trading. Il primo passo della carriera di un trader inizia con il primo dollaro collocato in una posizione aperta e con i primi errori nei metodi di calcolo e nel trading. Il trader di successo non mancherà di tenere un diario o un giornale della sua attività di trading in cui analizza con attenzione i suoi errori ed i suoi successi per scoprire cosa funziona e cosa no.

11. Automatizzare il tuo trading, per quanto possibile.

Abbiamo già notato l’importanza del controllo emotivo nel garantire una carriera di successo e redditizia. Per ridurre al minimo il ruolo delle emozioni, la soluzione migliore sarebbe automatizzazione le scelte e i comportamenti del trader. Non si tratta di utilizzare dei robot o acquistare costose strategie tecniche. Tutto quello che dovrete fare è fare in modo che la vostra attività in situazioni e scenari di trading simili sia sempre la stessa. In altre parole, non dovete improvvisare. Lasciate che le vostre reazioni a eventi di mercato seguano un modello studiato e testato. Non dovete essere creativi.

12. Non fate affidamento su software, metodi meravigliosi o altri prodotti miracolosi.

Questi prodotti sono estremamente popolari e generano grandi profitti per i venditori, ma poco in termini di guadagni per i loro acquirenti eccitati e speranzosi. La difesa logica contro tali prodotti magici è facile. Se i creatori geniali di questi strumenti sono così intelligenti, perché non sono già diventati miliardari?? Forse il loro unico guadagno deriva dalla vendita dei loro prodotti e non dalla loro attività di trading.

13. Mantieni tutto semplice. Tutta la vostra operatività, gli obiettivi e le analisi devono essere facilmente comprensibili e spiegabili.

Il Forex trading non è scienza complessa. Non devi essere un genio della matematica o un professore di economia per operare nel mercato delle valute. Invece, una chiarezza di visione e una strategia ben definita, offrono la strada più sicura per una carriera di tutto rispetto nel forex. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario resistere alla tentazione di superspiegazioni, superanalisi o superstrategie.

14. Non andare contro il mercato.

In generale, ad un principiante non è mai consigliato di tradare contro le tendenze, o di comprare ai minimi e vendere ai massimi. Segui i trend in modo da tradare più rilassato. Combattere i trend aumenta lo stress e può rovinare la vostra carriera.

15. Il forex è probabilità.

Il Forex si basa tutto su l’analisi del rischio e sulle probabilità. Non esiste un metodo unico o uno stile che genera profitti per tutto sempre. La chiave del successo è posizionarsi in modo tale da rendere le perdite innocui e i profitti ingenti. Tale posizionamento è possibile solo attraverso la gestione del rischio.

16. Sii umile e paziente.

Riconosci i tuoi fallimenti e cerca di capirli in modo da eliminarli completamente. Ma soprattutto, resisti all’illusione di essere in possesso della “strategia vincente” o del “metodo magico”.

17. Condividi le tue esperienze.

Condividete e discutete il vostro parere sui mercati con gli altri. Considerate e discutete le opinioni degli altri. Ma ricordate di fare le scelte in base ai vostri obiettivi. Il denaro è vostro e nessuno possiede la sfera di cristallo.

18. Studiate come gestire il denaro.

Quando comincerete a fare profitti, dovrete iniziare a proteggerli. Grazie alla gestione del denaro (money management) si cerca di minimizzare le perdite, e di massimizzare i profitti. Per proteggere i profitti sudati dovrete imparare a tagliare le perdite ed a far correre i profitti. Dovreste tenere la bibbia del money management al centro della vostra libreria del trading.

19. Non mollate.

Infine, a condizione che dovete rischiare solo ciò che potete permettervi di perdere, la persistenza e la determinazione sono dei grandi vantaggi per raggiungere il successo. E’ improbabile diventare un genio del trader in una sola notte, quindi è ragionevole attendere che lo studio e l’esperienza ti aiutino a sviluppare un metodo efficace. Quindi non mollare al primo colpo, rischia il giusto e impara dai tuoi errori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *