Converse All Star Chuck Taylor

Converse All StarLa Converse Rubber Shoe Company nasce a Malden, in Massachusetts nel 1908 da Marquis M. Converse. Inizialmente la Converse produceva calzature invernali con suola di gomma, pensate che nel 1910 riusciva a produrre fino a 4.000 paia al giorno. I primi modelli furono progettati per impedire lo slittamento sui marciapiedi ghiacciati, all’epoca non erano esattamente le icone della cultura pop. Poi, nel 1915, la società ha aggiunto una linea di prodotti per il tennis e successivamente nel 1917 lancia le scarpe da basket All Star, ma la fama era ancora lontana.

Il successo arriva quando un giovane giocatore di basket Charles Taylor, suggerisce alla Converse di apportare delle modifiche alla scarpa. Nel 1921 (secondo la leggenda) la All-Star si presenta con una suola più flessibile e un maggiore supporto alla caviglia. Dopo qualche anno la Converse aggiunge la firma di Chuck al modello e il giovane giocatore di basket diventa il testimonial della Società.

Nei decenni successivi la Converse All Star diventa la scarpa più famosa nel mondo del basket. L’All Star con le sue diverse varianti di colore è indossata da leggendari giocatori NBA come Julius Erving conosciuto come Doctor J (a cui è stata dedicata una linea di scarpe Converse Dr J nel 1976) e Wilton Norman Chamberlain detto Wilt.

Una delle prime squadre ad adottare il modello Converse All Star è stata la prima squadra itinerante composta esclusivamente da afro-americani: la leggendaria New York Renaissance, conosciuti anche come i “Rens”. Converse ha sviluppato una scarpa personalizzata per i Rens, e la squadra ha vinto più di 2500 partite e un torneo mondiale.

Un altro gruppo che ha fatto la storia è la All American Red Heads (la prima squadra professionistica statunitense di pallacanestro femminile esistita dal 1936 al 1986), la Converse ha personalizzato le loro All Star nel 1936.

Il modello Chuck Taylor All Star ha reso il marchio Converse famoso nel mondo, ma la società ha lanciato diversi modelli nel corso del tempo, tra cui il modello Jack Purcell nel 1925, la One Star (una scarpa da basket bassa in seguito utilizzata da pattinatori professionisti) nel 1974 e la Converse Arma (che rimane una delle preferite nei campi da basket) nel 1986.

Ma Converse non vive solo di passato, nel 1981 ha aperto uno dei primi laboratori di biomeccanica per la ricerca e lo sviluppo di calzature comode e con elevate prestazioni. Mentre nel 1992 l’azienda brevetta la tecnologia React che aumenta l’ammortizzazione e la stabilità della scarpa da basket.

Anche se oggi nei campi da basket le Chuck Taylor All Star sono state sostituite da nuovi modelli più efficienti, l’eredità di Chuck Taylor continua, infatti, ancora oggi, la All Star rimane ampiamente diffusa al di fuori dello sport.

La Converse All Stars, sostanzialmente invariata dal 1923, rimane una delle sneakers più vendute in tutto il mondo, prodotte in una moltitudine di colori e disegni, in pelle o tela. Insomma un vero must have.

Il 9 luglio 2003 il marchio Converse è stato acquisito dalla Nike per 305 milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *