Aprire un frutta e verdura biologico

bio

Aprire un frutta e verdura biologico non presenta grandi difficoltà in quanto non richiede alcuna precedente esperienza o formazione, anche se ovviamente può essere utile l’aver già lavorato nel settore. Un frutta e verdura biologico venderà prodotti coltivati biologicamente e perciò senza l’uso additivi, pesticidi, fitofarmaci o fertilizzanti inorganici, ma sfruttando la naturale fertilità del suolo ed offrendo così un prodotto sano e genuino.

Aprire un frutta e verdura biologico potrebbe essere la soluzione ideale per tutte quelle persone che sono disposte ad intraprendere un nuovo business in via di espansione. Ovviamente sarà importante che la persona abbia una buona attenzione verso il cliente, un’organizzazione del business molto chiara e, a sua volta, si senta identificata con la cultura biologica.

La parte più difficile di questa attività sarà quella di reperire i fornitori che offrono prodotti biologici (meglio se a km 0) e riuscire a farsi rifornire periodicamente con un acquisto ben pianificato per garantire la freschezza dei prodotti ed evitare stoccaggi inutili e poter soddisfare le richieste del cliente nel miglior modo possibile.

Anche se l’agricoltura biologica attualmente occupa un piccolo posto all’interno del mercato ortofrutticolo, bisogna ricordare che è uno dei settori in più rapida crescita negli ultimi anni, sia dal punto di vista della produzione e sia dal punto di vista della domanda di questi prodotti.

Gli inconvenienti che un cliente può trovare nell’acquisto dei prodotti biologici sono superiori a quelli dei prodotti convenzionali, infatti, sicuramente i prezzi dei prodotti sono più elevati, eppoi la frutta e la verdura hanno un aspetto meno bello, ovvero un colore più opaco, meno luminosità, differenza nelle dimensioni, tutte caratteristiche che potrebbero indicare un prodotto di qualità inferiore. Per non parlare della difficoltà che si trova ancora oggi a reperire questi prodotti.

Nonostante questo, sempre più persone si preoccupano ogni giorno della loro salute e dell’ambiente, e di conseguenza è sempre in continuo aumento il numero di consumatori interessati a frutta e verdura biologica.

Nel momento in cui si decide di aprire questa attività bisognerà tener presente di aprire un negozio pulito e luminoso, di almeno 30 mq, che deve trovarsi in zona di passaggio pedonale, ma anche facilmente raggiungibile in auto. Sarà necessario chiedere l’autorizzazione al comune di appartenenza e all’usl per le dovute autorizzazioni. Bisognerà controllare che nelle vicinanze ci siano potenziali concorrenti come negozi biologici o supermercati con il reparto frutta e verdura bio o che non vengano effettuate periodicamente nella zona fiere o mercati biologici.

Per la gestione del negozio è sufficiente una persona.

Per attirare più clientela e farsi conoscere si potrà fare della pubblicità, per esempio tramite dei volantini, o degli opuscoli per aiutare le persone a considerare gradatamente questo tipo di frutta e verdura biologica.

Ricordatevi che un servizio cordiale e la buona qualità del prodotto fanno si che la pubblicità migliore che possiate avere sia il “passaparola” dei vostri clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *