Cose da non fare quando si cerca un lavoro

lavorare all esteroPotrebbe sembrare semplice saper cosa fare quando si cerca un lavoro, ma purtroppo non sempre lo è. Perciò è molto importante sapere cosa fare, ma soprattutto è ancora più importante sapere cosa non fare per avere più possibilità di trovare un lavoro.

Qui di seguito, alcuni consigli pratici da applicare durante la ricerca di un lavoro:

1 Puntualità. Bisogna assolutamente evitare di arrivare in ritardo ad un colloquio di lavoro, ma anche arrivare troppo presto è sconsigliato. La cosa migliore sarebbe quella di arrivare cinque minuti prima. In occasioni importanti, come un colloquio di lavoro, è sempre meglio rispettare il protocollo, cioè, arrivare nell’orario stabilito per l’appuntamento di lavoro.

2 Abbigliamento formale. E’ un grave errore quello di presentarsi ad un colloquio di lavoro vestiti in modo molto informale, per esempio, con le scarpe da ginnastica e i jeans. Bisogna essere accorti e vestirsi in modo adeguato a seconda dell’occasione. Pertanto, sarà necessario avere nell’armadio un vestito adatto per un colloquio di lavoro, ma che sicuramente vi potrà essere utile anche per altre situazioni che richiedono un abbigliamento formale.

3 Essere un buon ascoltatore. Durante un colloquio di lavoro o anche solo durante un contatto telefonico, o in qualsiasi altro contesto professionale, è sempre meglio evitare di parlare troppo. Bisogna dimostrare di essere un buon ascoltatore. Per fare questo, ci vuole del tempo per pensare e avere delle buone capacità di comunicazione. Ovviamente, è doveroso evitare di criticare o di fare qualsiasi commento negativo sulle società per cui ha lavorato. La discrezione è una qualità altamente valutata da parte delle aziende.

4 Stipendio. In un colloquio di lavoro è meglio evitare di chiedere come prima cosa informazioni sullo stipendio che riceverete. Dovrete prima far capire di essere interessati a quello che sarà il vostro compito all’interno dell’azienda e solo dopo potrete chiedere informazioni per quando riguardo lo stipendio.

5 Curriculum. E’ un grosso errore inserire all’interno del curriculum una foto di molti anni prima, la foto deve essere recente. Inoltre, è necessario evitare errori di ortografia che sicuramente non danno una buona immagine di voi. Un altro errore è non aggiornare il curriculum , non inserire tutte le informazioni in modo coerente o non scriverlo in modo chiaro e leggibile.

6 Ricerca attiva. Se si desidera veramente trovare un lavoro, bisognerà organizzarsi e stilare un regolare programma di ricerca attiva per trovare un lavoro. Pertanto, chiunque voglia affrontare questa sfida non può certo dormire fino a tardi, e rimandare la ricerca sempre a dopo o a domani.. La pigrizia non è un buon alleato per trovare un lavoro, anzi è proprio il contrario. Sarà necessario avere un approccio attivo e perciò sarà necessario consultare costantemente le offerte di lavoro, inviare curriculum alle aziende, usare i contatti per proporsi spontaneamente.

7 Spaziare. Per raggiungere il vostro obiettivo e trovare un posto di lavoro, non limitatevi a cercare il lavoro solo in una determinata area, ma cercate di aprirvi ad altre opzioni e alternative. Ampliando gli orizzonti avrete la possibilità di guardarvi intorno e di valutare nuove opportunità in altri ambiti.

8 Cambiare idea. Se vi rendete conto che l’opportunità lavorativa che avete trovato non è quella che vi rende felice, ad un certo punto potete anche cambiare idea. Se iniziate un lavoro e vedete che non va bene per voi e che vi rende infelice, potete sempre ripensarci e impegnarvi per trovare un altra sistemazione che vi possa dare maggiori soddisfazioni.

9 Impegno. Il lavoro dei vostri sogni o il lavoro perfetto non arriva a casa vostra e vi bussa alla porta, ma siete voi che dovrete impegnarvi e non smettere di cercare fino a quando non avrete raggiunto il vostro scopo. Tutto questo richiede sforzo, tempo, pazienza, calma e perseveranza per poter raggiungere il vostro obiettivo.

10 Umiltà. Se si desidera svolgere un determinato lavoro e ci si rende conto che la propria formazione è carente o non adatta, non bisognerà disperarsi, in quanto non è possibile sapere tutto. La realtà è che l’umiltà e la voglia di imparare vi aiuteranno sempre in questo processo e ogni volta che sarete entusiasti di fare ulteriori corsi di formazione vi sentirete soddisfatti e orgogliosi di voi stessi, dimostrando anche agli altri il vostro impegno e le vostre capacità.

11 Il pensiero della disoccupazione. Anche se per un disoccupato è molto difficile, sarà necessario non ridurre la propria vita al solo pensiero di trovare un lavoro facendolo diventare una vera e propria ossessione. Bisogna certamente impegnarsi e muoversi per cercarne uno, ma bisogna anche godere di tutte le altre cose positive che si hanno attorno, come avere una buona salute, godere della compagnia di amici, avere una casa in cui vivere.. Non bisogna assolutamente rimanere bloccati in casa da soli e annullare la propria vita, poiché vale comunque la pena almeno di provare a godersi tutto il resto. Inoltre, uscendo si hanno anche più opportunità per trovare un posto di lavoro, magari leggendo un’offerta di lavoro in qualche bacheca o incontrando qualcuno che conosce qualche azienda alla ricerca di personale. L’importante, anche nei momenti di difficoltà, è riuscire ad essere positivi e vivere sperando che le cose possano andare meglio. Solo così si può uscire da un circolo vizioso che può portare solo alla depressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *