Come trovare un lavoro

lavoro 1Cosa devo fare per trovare un lavoro? Questa è una domanda che molte persone si pongono, quando non riescono a trovare un lavoro. In questo articolo vi daremo alcuni consigli utili e alcuni suggerimenti per trovare lavoro nel minor tempo possibile. Bisogna ricordare che cercare un lavoro non è un gioco, ma sarà necessario concentrarsi e organizzarsi per bene, come fosse un vero lavoro. Inoltre, bisogna ricordare che con la crisi si sono persi molti posti di lavoro, ad esempio nell’edilizia, molti potrebbero consigliarvi di riciclarvi e reinventarvi in un altro settore o anche consigliarvi di mettervi in proprio. Questi consigli non sono sbagliati, ma non è da sottovalutare il fatto che anche in questi momenti ci sono delle aziende che comunque stanno lavorando e magari anche crescendo e che perciò sono alla ricerca di personale, sarà così, molto importante farsi trovare preparati.

Qui di seguito i 4 passi che dovrete seguire per riuscire a trovare un lavoro:

  1. Preparare un curriculum
  2. Cercare attivamente un lavoro
  3. Fare un colloquio di lavoro
  4. Test attidudinali

Preparare un curriculum

Senza dubbio il curriculum rappresenta la parte più importante della strategia che utilizzerete per cercare un lavoro, poiché normalmente sarà la prima cosa che la persona responsabile della selezione del personale vedrà di voi. Il curriculum è perciò il nostro biglietto da visita, e in base a quello, chi di dovere, si farà già una certa idea di voi. E’ per questo che è molto importante compilare il curriculum in modo corretto, facendo attenzione sia al suo aspetto che al suo contenuto.

Il vostro curriculum dovrà soddisfare tre aspetti fondamentali:

  • Dovrà riuscire a rappresentare voi stessi in modo soddisfacente.
  • Dovrà mettere in evidenza la vostra esperienza lavorativa, la vostra personalità e la vostra l’istruzione.
  • Dovrà essere chiaro e far capire a colpo d’occhio quali siano i vostri punti di forza.

Per quanto riguarda i punti di forza, sarà necessario evidenziare sempre il più adatto per il lavoro che si sceglie o per la posizione lavorativa per cui si sta inviando il curriculum. E’ perciò necessario fare più di un curriculum per poterlo consegnare diversificato in base alle aziende e alle offerte lavorative a cui aspirate.

Per quanto riguarda la struttura del curriculum, in linea di massima è sempre meglio rimanere sullo standard. Perciò, come prima cosa indica i vostri dati personali, quindi la formazione, l’esperienza professionale, la conoscenza delle lingue, l’utilizzo del computer ed infine, si possono indicare tutte le altre informazioni aggiuntive. Il modo in cui dovrete presentare questi dati deve riflettere l’ordine cronologico inverso attualmente utilizzato, questo significa che prima bisognerà inserire la vostra esperienza di lavoro più recente o gli studi più recenti, eppoi piano piano andare indietro.

Cercare attivamente un lavoro

Come prima cosa sarà necessario analizzare e considerare il tipo di lavoro che volete trovare, quindi dovrete cercare di focalizzare la vostra attenzione ed energia elusivamente sulla ricerca. Un’altra considerazione molto importante che dovrete fare nel momento in cui cercate un lavoro è quello di fare una auto-valutazione per vedere che tipo di posto di lavoro potete davvero permettervi di scegliere. Dovreste valutare attentamente e in modo oggettivo la vostra esperienza, i vostri successi professionali e il tipo di competenze che avete raggiunto. Se riuscite ad essere consapevoli di quali sono i vostri veri obbiettivi per i prossimi 5 anni in anticipo, diventerà tutto più semplice, vi aiuterà molto nelle scelte che dovrete prendere e vi permetterà di capire se sarà possibile collocarvi in certa società.

Per poter trovare un lavoro sarà necessario cercarlo, perciò dovrete controllare periodicamente gli annunci lavorativi su tutti i giornali locali, presentarvi alle varie agenzie specializzate nella ricerca e selezione di personale. Inoltre, sarà possibile iscriversi ai social network come Facebook per far sapere che siete alla ricerca di un’occupazione, o potrete iscriversi anche ad un altro social network come Linkedin , dove sarà possibile effettuare contatti professionali e indicare il tipo di opportunità di lavoro che state cercando.

Quando avrete tutto questo molto chiaro, sarete in grado di inviare il vostro curriculum per tutte le offerte interessanti che riuscirete a trovare. Potrete anche prendere l’iniziativa e personalmente ricercare le aziende operanti nel settore che vi interessa e sottoporre la vostra candidatura spontaneamente.

Il colloquio di lavoro

L’intero processo sopra descritto viene fatto con lo scopo finale di ottenere un colloquio di lavoro, per questo motivo, il curriculum non rappresenta solo una lista di dati, ma deve destare interesse e curiosità per essere in grado di portarvi ad un colloquio di lavoro. Dovrete prepararvi in anticipo per questo evento. Sarà necessario che vi interessiate dell’azienda in cui andrete a fare il colloquio, vedere che lavoro svolgono, visitare il loro sito web per avere maggiori informazioni. Meglio ancora, se ne avrete la possibilità, sarà riuscire a scambiare qualche parola con qualche dipendente di quella azienda, in modo da poter capire appieno la loro politica aziendale.

Nel colloquio di lavoro la persona che sarà responsabile della selezione del personale vorrà sentire con parole vostre quello che c’è scritto sul curriculum, ma anche maggiori informazioni che potrete aggiungere. Ricordate che il vostro discorso dovrà essere breve, chiaro e studiato per rafforzare le vostre qualità, senza mostrare le vostre debolezze. Non perdetevi in lunghi monologhi, rischierete solo di annoiare chi vi sta ascoltando.

Per quanto riguarda la comunicazione non verbale, dovrete sempre puntare in alto e guardare negli occhi chi vi sta intervistando, non dovrete gesticolare troppo con le mani, ma cercare solo di rafforzare quello che state dicendo. Durante l’intervista non dovreste essere troppo divertenti o simpatici, può andare bene una battuta per sorridere, sdrammatizzare o ad un certo punto per cercare di creare un certo feeling.

Test attitudinali

I test attitudinali professionali possono essere di diversi gradi di difficoltà e di diversa lunghezza. Nel test ci saranno delle domande specifiche per quel tipo di lavoro che poi dovrete andare ad occupare . Questo test serve per dimostrare la vostra capacità di svolgere quel determinato lavoro, per dimostrare la vostra competenza in quel lavoro che dovremmo andare a sviluppare poi all’interno dell’azienda.

Altri test possono essere quelli di ragionamento astratto, in base al quale verranno valutate la vostre capacità di adattamento e il vostro ingegno per trovare delle soluzioni.

Il test della personalità è un test molto comune che viene effettuato, vi verrà dato un modulo con una serie di domande e una serie di risposte specifiche che saranno solo da selezionare. Questo per conoscere la vostra cultura generale.

Ora che avete tutte queste informazioni, cominciate a pensare ai vostri obiettivi e a muovervi per poterli realizzare. Ricordate, tutto dipende da voi e dalla vostra voglia di fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *