Come diventare biologo marino

biologo marinoIl biologo marino è quella persona che esegue delle ricerche sul mondo marino, studiando in particolar modo tutte quelle forme biologiche ad esso strettamente collegate.

Diventare biologo marino non è semplice e soprattutto non è da tutti. Gli studi sono molto duri e dovete quindi scegliere questa strada da giovanissimi, perché altrimenti, anche se niente vi vieta di farlo, intraprendere gli studi per diventare biologo marino anche verso i 30 anni renderà molto più difficile trovare un lavoro.

Tuttavia, se avete questa grande passione e sentite una specie di vocazione, sappiate che come lavoro riuscirà a darvi tantissime soddisfazioni!

Requisiti per diventare biologo marino

  • Dovete aver seguito un percorso di studi preciso. Dopo il diploma di scuola media superiore è necessario iscriversi al corso di Laurea in Biologia Marina.
  • Lo studio universitario però non basta. Dovrete infatti seguire anche alcuni corsi specializzati se non volete che i vostri studi rimangano solo nei libri ma si trasferiscano anche nella vita reale, trasformandosi in lavoro.
  • I corsi necessari sono quelli di tecniche subacquee, per poter svolgere le ricerche nel mare, prelevare campioni, realizzare reportage, fare spedizioni ecc.
  • La laurea di biologia marina dura tre anni, ma molte persone scelgono di proseguire successivamente gli studi in Oceanografia. Questa comunque non è l’unica strada. Molto gettonate sono anche le esperienze dirette nei centri di ricerca, negli Istituti, Università o Enti, i quali si occupano della tutela di ambienti marini.

Sbocchi lavorativi per biologo marino

Ovviamente i vostri studi, le esperienze sul campo mal retribuite, i corsi di aggiornamento e di specializzazione devono portare a qualcosa. Analizziamo quindi i possibili sbocchi lavorativi per il biologo marino o aspirante tale.

  • Inviare i curriculum a quelle aziende che gestiscono allevamenti ittici.
  • Lo stesso vale per le aziende che combattono per la tutela dall’ambiente marino.
  • Potrete trovare lavoro nei marchi marini o all’interno dei centri acquatici.
  • Potreste insegnare e formare altre persone.
  • Diventare report.
  • Scrivere testi accademici.

Come molto spesso accade è più facile trovare lavoro come biologo marino all’estero piuttosto che in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *