Come risparmiare sulla bolletta del gas

bolletteOggi torniamo a parlare di risparmio. Vista la crisi, non dobbiamo concentrarci solo sull’incrementare i nostri guadagni, è importante anche risparmiare dov’è possibile. Oggi vedremo come risparmiare sulla bolletta del gas. 

Per alcune persone non si tratta di una preoccupazione eccessiva la bolletta del gas. Spesso infatti è quella meno salata e in qualche modo riusciamo a contenerla. Tuttavia molte persone hanno ancora il riscaldamento a gas oppure, per un motivo o per un altro, si trovano a doverlo usare più del dovuto.

Bisogna poi tener di conto dei continui aumenti dei fornitori, cosa che comunque porta le persone a farsi la fatidica domanda: “come posso risparmiare sulla bolletta del gas?” Bene, oggi voglio darvi alcuni piccoli suggerimenti che spero possano in qualche modo aiutarvi a trovare la vostra personale strada per risparmiare in maniera intelligente!

  • Scegliete la tariffa giusta. Questo è il primo passo da fare. Anche se vorrà dire perdere del tempo a confrontare le varie offerte, a modificare successivamente il contratto e annullare quello precedente, alla lunga sarete ricompensati. Non valutate solo il prezzo, ma anche le varie offerte “nascoste”. Spesso infatti, l’offerta conveniente a colpo d’occhio, potrebbe non esserlo più una volta lette le clausole. Leggete bene e scegliere l’offerta che meglio si adatta alle vostre abitudini.

  • Lo spreco maggiore di gas avviene d’inverno, per tenere caldo l’ambiente. Purtroppo però, se la casa è piena di spifferi dove le correnti d’aria fanno entrare il freddo e uscire il calore, sarete costretti a tener il riscaldamento acceso più del dovuto. Questo vi porterà ad un consumo maggiore. Assicuratevi dunque di chiudere ogni possibile entrata di aria fredda. Mettete i doppi vetri e isolate le pareti.

  • Il riscaldamento non deve star acceso tutto il giorno, ma solo nelle ore più fredde e quando c’è qualcuno in casa. è consigliabile quindi, per regolare il riscaldamento, installare l’impianto termoautonomo. La temperatura ideale è di 18-20 gradi, mentre le ore ideali per accenderlo sono quelle del primo risveglio e la sera, dalle 18 fino a quando non si va a letto.

  • A volte non ci pensiamo, ma l’acqua calda richiede l’uso del gas. Ecco allora che bisogna risparmiare anche in questo senso. Ovviamente non bisogna tenerla aperta più del dovuto così da evitare gli sprechi (sia di gas che d’acqua), ma sarebbe bene sostituire lo scaldabagno alla caldaia, perché in questo modo l’acqua viene riscaldata solo quando serve e non ci sono inutili accumuli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *