Come diventare archeologo

archeologoNon illudiamoci, diventare archeologo non è facile. È uno di quei lavori al quale molte persone rinunciano prima ancora di aver provato almeno a imboccare la strada. Il lavoro di archeologo per molti rimane solo un sogno chiuso a chiave nel cassetto, ed è stato così anche per me, lo ammetto. Con il tempo in realtà ho capito qual’era il lavoro dei miei sogni ma una piccola parte di me ha sempre desiderato imboccare questa strada.

Trovare lavoro in questo campo in effetti non è facile e richiede anche numerosi sacrifici dal punto di vista familiare. Eppure molte persone ci riescono. Sono tante le persone che fanno di questa passione un vero e proprio lavoro.

Diventare archeologo è difficile, ma non impossibile. Vuoi cogliere la sfida della tua vita e imboccare questa strada? Allora leggi qui!

Come sai, l’archeologo ha il compito di raccogliere e studiare ciò che è rimasto delle civiltà antiche. Dai resti umani ai manufatti, fino ad arrivare alle architetture.

Come lavora l’archeologo

L’archeologo può collaborare con gli Atenei come dottore o ricercatore, ma visto lo scarso numero di posti e la tanta richiesta da parte degli studenti freschi di università, è impossibile che tutti trovino un posto fisso. Ecco quindi che la maggior parte degli archeologi lavora come libero professionista.

L’archeologo libero professionista verrà scelto dalle Soprintendenze e parteciperà ai vari scavi occupandosi di varie cose come, supervisione delle attività, rilievi topografici, schedatura, inventario ecc… L’archeologo lavora per lo più come “consulente” prima di effettuare delle costruzioni edili. Gli scavi veri e propri nei paesi lontani sono rari perché richiedono investimenti che molto spesso lo stato non può permettersi.

Abbiamo visto a tratti generali cosa fa un archeologo.Vediamo adesso come diventare archeologo.

Se vuoi diventare archeologo devi conseguire un diploma di laurea in questo settore. Senza il titolo accademico non puoi intraprendere la professione.
Ricordati che si tratta di una disciplina molto vasta e puoi scegliere rami di studio variegati. Puoi scegliere ad esempio l’archeoastronomia, l’archeozoologia, la paleobotanica, l’archeologia sperimentale, quella musicale, ambientale ecc.

In Italia esistono diverse facoltà di archeologia. Puoi trovare i corsi di laurea a Bologna, Roma, Ambrosiana, Torino, Siena, Padova, Napoli, Palermo e Messina.

Terminati gli studi le strade le abbiamo viste: o hai la fortuna di trovare un lavoro a tempo indeterminato o dovrai lavorare come libero professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *