Come aprire un negozio di pesca

pescaHai sempre desiderato aprire un negozio di pesca? Allora  questa guida è proprio quello che ti serve, perché ti spiegherò tutto ciò di cui hai bisogno. L’ho creata proprio per chi come te ritiene che aprire un negozio di pesca sia l‘idea imprenditoriale giusta, quella che ti permette di far combaciare la carriera alla passione verso la pesca.

Per aprire un negozio di pesca di cosa ho bisogno?

Non è un’attività commerciale che richiede conoscenze o studi specifici. Quindi, qualsiasi sia il tuo grado d’istruzione, puoi tranquillamente prendere in considerazione l’idea di aprire anche tu il tuo negozio di pesca. Avrai sicuramente bisogno di una buona somma di denaro da investire, o comunque la possibilità di ottenere un prestito.

Quali sono le spese principali per aprire un negozio di pesca?

La prima spesa da prendere in considerazione è l‘acquisto o la presa in affitto di un locale. La somma in questo caso varia molto in base alla grandezza del locale, il luogo dove è situato, la presenza o meno di un parcheggio nelle vicinanze… sono tutti fattori che influenzano molto (sia da un punto di vista economico che di acquisizione della clientela) e vanno quindi valutati con attenzione.

A seguire abbiamo le spese di arredamento, che possono comunque essere meno importanti qualora decidessi di aprire un negozio di pesca in franchising. Considera comunque che va bene un arredamento minimal, purché sia efficace e dia sempre l’idea di un posto pulito.

Prendi in considerazione l’idea che potresti aver bisogno di un dipendente, ma con la gestione famigliare questo aspetto può essere trascurato.

Infine hai i fornitori da pagare, il commercialista e le tasse.

I costi in generale possono essere dimezzati se scegli di aprire una società con altre persone che sono disposte a investire. A questo punto potrai chiedere aiuto ad un bravo commercialista così che ti consigli la miglior cosa da fare. Il tipo di società infatti determina anche la tua posizione fiscale.

I clienti non arrivano da soli

Visto che ti stai preparando ad aprire un’attività commerciale che richiede una spesa non indifferente, devi pensare sin da subito che i clienti devi attirarli. è vero che un posto di passaggio tenderà comunque alcune persone ad entrare di propria spontanea volontà solo per curiosare o acquistare ciò di cui hanno bisogno, ma molto spesso si tratta di una porzione troppo piccola di persone, perché non hai raggiunto quei quartieri più distanti che non sanno della tua esistenza.

Dovrai quindi investire molto sul fattore pubblicità e trovare anche il luogo adatto per aprire il tuo negozio. Prima di tutto assicurati che sia ben in vista, con un parcheggio nelle vicinanze e ovviamente in una zona di mare o dove sono presenti molti laghi e fiumi per pescare. Dovrai adattarti ovviamente in base al tipo di luogo, scegliendo gli strumenti e le attrezzature più adatte per il tipo di pesca locale.

Detto questo torniamo a parlare della pubblicità. Dovrai agire sia con i mezzi classici che quelli alternativi. Il passa parola è la prima cosa. Parla con chiunque ti capiti della tua attività e invita a passare a trovarti, magari in compagnia di amici o parenti. Qualcuno interessato alla pesca c’è sempre. Attacca volantini e manifesti. Utilizza internet. Un sito internet è una grande forma di pubblicità, perché anche le persone che magari vengono da fuori città e devono acquistare strumenti per la pesca per praticare il loro sport, attraverso internet potranno rintracciarti.  Su internet puoi anche avviare un’attività parallela, magari aprendo il tuo e-commerce.

Altro aspetto fondamentale rimane comunque la qualità dei prodotti. Se vuoi distinguerti e offrire un servizio di vero valore, devi puntare su questo aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *