Chi è Jack Ma fondatore di Alibaba

Jack MaInevitabilmente la Cina sta diventando il motore economico del mondo, un miracolo realizzato in pochi decenni, soprattutto se consideriamo che tutto è iniziato da uno stato di assoluta povertà e dalla sofferenza di centinaia di milioni di persone. Oggi, alcune di queste persone riescono a prendere il controllo della loro vita e a prendere decisioni che stanno trasformando la Cina e l’intero pianeta.

Molti di questi nomi, come ad esempio Jack Ma, sono sconosciuti a gran parte del mondo occidentale, ma sono imprenditori ambizioni che, in qualche modo cambiano le sorti mondo.

Jack Ma è noto per essere il fondatore di Alibaba, società leader di e-commerce in Cina.

Nato a Hangzhou, capitale della provincia di Zhejiang, si è laureato nel 1988 come insegnante di inglese presso l’Università di Hangzhou.

Jack Ma muove i suoi primi passi da “Tecnico” costruendo siti web per le aziende cinesi che volevano farsi conoscere negli Stati Uniti. Jack racconta orgoglioso i giorni in cui insegnava ai suoi connazionali come funzionava Internet.

Nel 1995, Jack Ma entra realmente nel business online con la creazione della versione cinese delle pagine gialle (China Yellow Pages). Questa fu la prima azienda in Cina completamente basata su Internet. Le pagine gialle cinesi non riscossero avuto molto successo, ma a Jack Ma quell’esperienza è servita per conoscere meglio il mercato online e la rete.

Nel 1999 Jack Ma fonda Alibaba, lavorando insieme ad altre 16 persone in un semplice appartamento. All’epoca Jack Ma probabilmente non immaginava che Alibaba, dopo soli 15 anni, l’avrebbe portato a conquistare il posto di uomo più ricco della Cina.

Il business di Alibaba.com era mettere in collegamento gli esportatori cinesi con gli acquirenti d’oltremare. Successivamente nel 2003, Jack Ma avvia il sito Taobao, piattaforma di vendita ai privati (simile ad eBay), in quel periodo eBay dominava il mercato mondiale.

Nel 2007, Jack Ma riesce a tagliare fuori eBay dal mercato cinese, lasciando al colosso statunitense solo una quota di mercato pari all’ 8%, tenendo per se l’ 84%. Nel 2012 le vendite di Alibaba erano superiori a eBay e Amazon messi insieme a livello globale, il fatturato era pari al 2% del consumo interno della Cina. Il 70% dei pacchi che si muovono in Cina sono marchiati Alibaba, e l’80% delle transazioni elettroniche effettuate hanno a che fare con il gruppo Alibaba.

Jack Ma, fra poco 50enne, nel 2013 si è dimesso da amministratore delegato, anche se rimane presidente e controlla circa 206 milioni di azioni per un valore di 14.000 milioni.

Quest’anno Jack Ma è apparso alla 112° posizione nella lista Forbes dei miliardari e intensificato la sua attività di filantropo; infatti, lui e un co-fondatore, hanno annunciato la volontà di voler donare il 2% delle azioni di Alibaba (diversi miliardi di dollari) in favore di fondazioni di beneficenza che finanziano iniziative ambientali o che riguardano la salute e l’istruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *