Come diventare magazziniere

Il mercato del lavoro italiano presenta alcuni paradossi infatti, in alcuni settori risulta piuttosto difficile reperire le figure professionali richieste. E’ questo il caso dei panettieri, dei calzolai ma anche dei magazzinieri.

Il magazziniere è un professionista la cui presenza è indispensabile non solo nella grande distribuzione ma anche nei vari settori del commercio e dell’industria.

Si tratta di un lavoro che, in genere, si articola in turni e che garantisce una buona retribuzione.

Il magazziniere gestisce il magazzino e quindi si occupa della corretta sistemazione dei prodotti; per svolgere queste mansioni, è necessario saper utilizzare il computer e conoscere alcuni programmi specifici. Inoltre, controlla la bolla di trasporto e si occupa di dare una collazione ai vari colli. Il magazziniere si occupa anche di portare la merce nei reparti e di effettuare l’inventario della merce stoccata.

Fra le sue mansioni rientra anche quella di suddividere la merce secondo le richieste dei negozi; per dedicarsi allo stoccaggio, è indispensabile essere in grado di utilizzare alcuni mezzi meccanici specifici come i muletti e i carrelli elevatori. I compiti dei magazzinieri sono relativi anche alla spedizione delle merci e alla loro sballatura; è importante conoscere le varie metodologie per stoccare le merci, secondo le loro caratteristiche e secondo la data di consegna.

Un magazziniere, deve sapere come stoccare le merci, scaricarle dai vagoni o dai camion, in modo che siano conservate correttamente e nel rispetto delle norme igieniche. In genere, si occupa anche di compilare i documenti di trasporto e deve essere in grado di verificare che questi siano corrispondenti con i colli movimentati.

Per diventare magazziniere, è necessario essere in possesso del diploma di scuola secondaria; in particolare, il diploma di maturità è indispensabile se si aspira a trovare un’occupazione nelle grandi industrie e nella grande distribuzione. Altro requisito è relativo al possesso del patentino per la conduzione del muletto.

Invece, le piccole realtà non richiedono specifici titoli di studi infatti, nella maggioranza dei casi, i candidati seguono dei corsi di specializzazione.

Per imparare questa professione, esistono anche dei corsi professionali per magazziniere che si articolano in una parte teorica ed in una pratica; le materie affrontate riguardano la gestione del magazzino, i criteri da impiegare per lo stoccaggio delle merci e la sicurezza sui posti di lavoro. Inoltre, vengono fornite le competenze per l’utilizzo dei software specifici ma anche di programmi come Excel.

Durante la pratica invece, si tengono delle lezioni sulla conduzione dei muletti e dei carrelli elevatori, sulle norme da rispettare per l’utilizzo degli stessi e sulla corretta manutenzione.

Per diventare magazziniere, è indispensabile essere persone precise e capaci di risolvere i problemi; inoltre, è indispensabile avere una buona propensione per l’utilizzo degli strumenti informatici e per la guida dei mezzi speciali. Fra le abilità richieste vi è quella di conoscere i software specifici per la gestione del magazzino e per lo stoccaggio delle merci.

Per diventare magazziniere, è indispensabile conoscere ed applicare le norme sulla sicurezza nei posti di lavoro utili per evitare infortuni; inoltre bisogna sapere come comportarsi quando si maneggiano merci pericolose o potenzialmente dannose.

Nel caso in cui si trovi impiego nella grande distribuzione, è possibile che l’orario di lavoro comprenda anche turni notturni o durante i giorni festivi.

Questo lavoro è relativo soprattutto al movimento merci e al loro stoccaggio ma, fra i suoi compiti ve ne sono alcuni di tipo amministrativo come il dover compilare i documenti di viaggio, il compilare l’inventario delle merci ancora presenti e occuparsi delle rese. Nelle realtà più importanti, vi sono più magazzinieri che fanno capo ad un responsabile di magazzino.

I magazzinieri lavorano come dipendenti e sono inquadrati nel IV livello; spesso, si creano degli accordi con il datore di lavoro che li incarica di occuparsi anche dell’apertura e della chiusura della sede.

Svolgere la professione di magazziniere apre anche alla possibilità di crescita professionale infatti, per molti magazzinieri esperti, è possibile aspirare ad un ruolo più alto, come quello di responsabile del ricevimento merci.

Un pensiero su “Come diventare magazziniere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *