Cerotti per Punti neri

Per contrastare l’insorgenza dei tanto odiati punti neri, specialmente in zone poco accessibili (i lati del naso), l’industria cosmetica ha elaborato i cerotti specifici per i punti neri. Si tratta di cerotti imbevuti di una speciale preparazione, di forma adatta sia per il naso che per il mento, alcune marche fabbricano cerotti, o patch, anche per la fronte.

Il metodo è semplice: si mette il cerotto sula zona interessata, dopo averla detersa per bene, tenendolo per il periodo indicato sulla confezione. La speciale preparazione di cui è imbevuto il patch permette ai pori di liberarsi dei comedoni, cioè dei punti neri, senza schiacciare e quindi torturare la pelle.

Chi soffre di punti neri molto coriacei, può procedere in due modi: applicando il patch dopo un bagno o una doccia, perché il vapore prodotto dilata i pori e facilita la fuoriuscita del contenuto; oppure, a distanza di poche ore, applicare il patch nella zona interessata.
Hanno pochi lati negativi: per esempio, il fastidio che si prova quando si va a togliere, perché essendo un cerotto bisogna tirarlo via, rendendo lo strappo leggermente fastidioso e doloroso. Altre persone sostengono che gli stessi risultati dei patch si possono ottenere facendo uno scrub, insistendo nei punti critici.

Alcuni, ritengono che il metodo funzioni solo con una pelle normale e per estirpare piccole imperfezioni, mentre per problemi quali acne o brufoli non funzionerebbe. Ovviamente, questo metodo non può fare miracoli ed essere considerato il rimedio perfetto per debellare le imperfezioni date dall’acne. Per le imperfezioni che si estendono in vaste aree, è bene modificare la propria dieta e consultare un esperto dermatologo, il quale valuterà la situazione e l’eventuale terapia da seguire.

Il prezzo varia da prodotto a prodotto: si parte da 3 Euro per i prodotti sottomarca, fino ad arrivare a 6 Euro per una confezione di 8 cerotti-patch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *