Azioni o Obbligazioni

Per capire la differenza che c’è tra azioni e obbligazioni si deve dare uno sguardo ai principi fondamentali delle azioni e delle obbligazioni. Nel linguaggio comune possiamo dire che un’azione altro non è che un pezzo di società. Quindi chi acquista un’azione possiede una quota di società.
Per semplificare facciamo un esempio pratico, se una società vale 100.000 euro e vuole vendere 100 azioni, le quote (azioni) dovranno valere 1000 euro ciascuna. L’azionista (colui che ha comprato le azioni), prende parte alla condivisione degli utili della società. Se la società non fa utili l’azionista non ha nessun ritorno dall’investimento (ROI), e nel caso in cui la società perdesse valore anche le quote azionari detenute potrebbero non valere più 1000 euro, ma ad esempio 900.
Ovviamente questa è una visione eccessivamente semplificata e solo a scopo illustrativo, in realtà non è così semplice, ma l’esempio rende bene l’idea e risponde alla domanda: “cos’è un’azione?”.
Utilizzando lo stesso scenario, se la società ha la necessità di raccogliere fondi, ma non vuole vendere azioni, allora la società può decidere di vendere obbligazioni. In generale un’obbligazione è considerata un debito della società (le obbligazioni possono essere emesse anche dagli Stati che si finanziano vendendo debito). Anche i famosi titoli di stato, Bot, CCT e Btp sono delle obbligazioni.
Solitamente il periodo di sottoscrizione di un’obbligazione varia dai 2 ai 30 anni, questo è il periodo entro il quale la società che emette l’obbligazione, deve rimborsare il creditore. Mentre il capitale viene risarcito in un’unica soluzione alla scadenza dell’obbligazione, le cedole (interessi sul capitale) sono generalmente pagati con scadenza semestrale o annuale.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle azioni e delle obbligazioni?

A meno che la società non fallisce, con le obbligazioni si ha un ritorno sull’investimento garantito, inoltre le obbligazioni sono più stabili e l’investimento è più prevedibile e sicuro.
Tuttavia, le obbligazioni solitamente non danno grandi ritorni economici e generalmente non sono liquide, quindi se si vogliono incassare prima della loro scadenza si potrebbe perdere un po’ di capitale.
Dall’altra parte ci sono le azioni, che possono dare un maggior rendimento, ma comportano anche un rischio più elevato e senza garanzie. Solitamente le azioni sono più liquide delle obbligazioni, quindi se avete bisogno dei vostri soldi, potrete venderle in breve tempo, a prezzo di mercato ovviamente.
Generalmente agli investitori giovani si consigliano investimenti in azioni, poiché hanno molto tempo a disposizione e gli investimenti sono per periodi lunghi, mentre man mano che ci si avvicina alla pensione si consiglia di spostare gli investimenti azionari in investimenti obbligazionari, in modo da avere investimenti “tranquilli” con rendite “garantite”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *