Diventare panettiere

panettiereIl panettiere è un professionista che si occupa di produrre prodotti da forno come il pane ma anche la pizza e i dolci.

Questo lavoro necessità di un’accurata preparazione, utile per la scelta delle materie prime come la farina, lievito ed eventuali aromi ma indispensabile anche per l’utilizzo dei macchinari. Il panettiere, sceglie e miscela le materie prime a seconda del prodotto che vuole preparare e poi procede con la cottura; in alcuni casi è il panettiere stesso che procede al confezionamento e alla vendita del prodotto.

Intraprendere questa professione è una buona idea, infatti come panettiere si può lavorare sia come dipendenti oppure si può optare per aprire un panificio; le panetterie oltre che vendere al dettaglio, possono riuscire ad entrare nel circuito dei grandi supermercati o delle mense. In questo modo si hanno assicurati degli introiti sicuri. Il numero di panettieri richiesti è di gran lunga superiore a quelli presenti; ciò significa che saper svolgere questa professione è un modo per trovare un lavoro sicuro.

Per diventare panettiere, è necessario conoscere quali sono le materie prime utili per produrre i vari tipi di pane; infatti in commercio si trovano pani aromatizzati al sesamo, ai semi di girasole, alla ricotta e così via. Il panettiere deve sapere come procedere per produrre i vari tipi di pane; deve conoscere le tecniche di panificazione e deve saper utilizzare i macchinari come le impastatrici, i frigoriferi e il forno.

Il panettiere deve essere in grado non solo di utilizzare i macchinari ma anche di tenerli puliti e in buone condizione, in modo che non sorgano problemi per la manutenzione.

Inoltre deve essere informato sulle regole igienico-sanitarie e sulle norme di sicurezza sul posto di lavoro.

I panettieri devono avere fantasia e voglia di proporre prodotti nuovi oppure prodotti che soddisfino chi ha particolari esigenze, come le persone allergiche ad alcuni alimenti o i celiaci.

Riuscire a proporre prodotti particolari, è una delle chiavi del successo di questa attività. Per diventare un buon panettiere è necessario aver una certa pratica ma anche pazienza e voglia di imparare cose nuove.

Inoltre, i panettieri hanno un orario lavorativo piuttosto stressante; iniziano all’alba e spesso sono impegnati anche durante le giornate di festa. Questi aspetti però sono ampiamente ripagati dalla soddisfazione di poter produrre da sé un alimento base come il pane ma non solo.

Per diventare panettiere, è consigliato seguire un corso professionale; questi corsi di arte bianca mirano a fornire le competenze teoriche e pratiche per produrre il pane e gli altri prodotti da forno.

Oltre ai corsi effettuati dalle scuole provate o dalle Regioni, è possibile seguire dei corsi di formazione professionale anche on line.

Quando si deve scegliere quale corso di panettiere frequentare, è sempre meglio puntare su corsi tenuti da docenti qualificati e con un certo numero di ore dedicato alla pratica. In genere, al termine del corso, dopo la prova finale, è rilasciato un attestato professionale.

Solitamente alcune ore di corso prevedono sono dedicate ai tirocini durante i quali si mettono in pratiche le informazioni apprese. I requisiti base per poter accedere al corso sono aver assolto l’obbligo scolastico e se si è cittadini stranieri capire e scrivere la lingua italiana.

L’obiettivo dei corsi per panettieri è quello di imparare a scegliere le materie prime, imparare ad utilizzare i macchinari, gestire il magazzino e produrre diversi tipi di pane.

Durante il corso vengono affrontate tutte le tematiche inerenti al pane e alla sua produzione: i lieviti, gli impasti, la gestione delle scorte, nozioni di dietetica e il lievito naturale; inoltre, si approfondiscono i temi legati ai prodotti tradizionali, ai pani speciali e a quelli artistici.

Dopo il superamento della prova finale, è sempre consigliato effettuare uno stage a bottega, presso un professionista già affermato. Stare a contatto con un panettiere già esperto migliora le competenze acquisite durante il corso e facilità l’apprendimento di segreti e di nuove ricette.

Dopo aver terminato il corso professionale, il panettiere può pensare anche di aprire un panificio; per intraprendere quest’idea è necessario individuare un locale idoneo ed ottenere l’autorizzazione igienico-sanitaria della Asl di competenza; inoltre, bisogna chiedere l’apertura della partita IVA ed iscriversi al registro delle aziende artigiane. In seguito, è obbligatorio inviare la dichiarazione di inizio attività presso il comune di competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.