Investire in azioni

Decidere di investire un capitale in delle azioni, può rivelarsi un buon sistema di guadagno. Bisogna sottolineare che perché questa attività non diventi pericolosa per i nostri soldi, bisogna essere scaltri ed informati. Prima di procedere con un investimento, è fondamentale informarsi sul tipo di azioni che si intendono acquistare e sui possibili rischi. La prima cosa è quindi valutare ed avere le idee chiare sulle azioni e sulla situazione della borsa. I titoli, non sono tutti uguali; ciò significa che bisogna informarsi e valutare quali siano quelli migliori e più sicuri. Esistono però dei titoli che sono sicuri, come quelli che hanno il rating AAA. Per investire in azioni, bisogna non solo essere competenti ma anche molti informati sui veloci cambi del mondo della borsa. Investire in azioni può far guadagnare delle buone cifre ma bisogna puntare sui titoli giusti; i titoli sono legati alla società che rappresentano e della quale si compra il dividendo.

Gli investimenti non devono portare a delle perdite economiche, ecco perché anche quando ci sono azioni di società che vanno male, non bisogna acquistare subito. Può succedere, infatti che l’azienda si riprenda oppure che venga salvata, solo la conoscenza approfondita della realtà economica e della situazione della borsa, può evitare che l’azionista perda il suo capitale. Riuscire ad scegliere i giusti titoli, può portare ad un guadagno pari al 10%, mensile, del capitale che si è speso; questo dato è variabile, perché può aumentare o diminuire secondo l’andamento dei titoli e della società.

Molti azionisti, scelgono gli investimenti facendo riferimento al “sesto senso”; si tratta di un metodo molto pericoloso. L’unico modo sicuro è conoscere il mercato, l’andamento dei titoli e possedere una certa esperienza nel settore.

Una volta che si è certi di ciò che si intende acquistare, bisogna rivolgersi ad un istituto bancario oppure si può svolgere l’operazione via internet.

In genere, scegliere di operare attraverso la rete non è consigliabile se non si ha molta esperienza. E’ certamente più facile, recarsi all’istituto bancario dove si possiede il conto e richiedere un deposito di titoli; in questo conto con deposito di titoli, si versa il capitale che deve essere impiegato per le azioni. Una volta completato il processo burocratico, si può iniziare ad investire in azioni; il consiglio è quello di iniziare con piccoli investimenti e solo quando si matura una certa esperienza si può decidere di puntare ad azioni più importanti.

In alcuni casi, capita che anche se l’azionista è scaltro e ha preso tutte le informazioni necessarie sull’azienda della quale vuole acquistare il dividendo e sul mercato della borsa, le cose vadano male. Prevedere tutti i possibili aspetti è realmente impossibile, anche perché ci sono dei fatti casuali che però possono essere molto dannosi. Ciò che si può fare è ragionare razionalmente, informarsi e poi procedere con l’acquisto.

Per investire in azioni più sicure, si può pensare di scegliere un ETF , in particolare quelli diversificati; grazie proprio alla loro diversificazione si hanno meno possibilità di perdere il capitale investito.

Gli ETF, sono consigliati perché, possiedono un’importante caratteristica: sono meno volatili rispetto ai titoli e ciò contribuisce alla salvaguardia dell’investimento.

Per iniziare ad investire, è ovviamente necessario un capitale; si può partire con cifre attorno ai due o tre mila euro. Soprattutto se si vuole iniziare con calma, è bene non far lievitare troppo la cifra; questo primo piccolo investimento è anche un test di valutazione. Invece, coloro i quali hanno a disposizione capitali più consistenti possono affidarsi ai piani di accumulo, noti come pac; i pac generalmente vengono proposti da tutti gli istituti bancari.

Se si intende provare ad investire col fai da te, è fondamentale la prudenza; inoltre, è bene diversificare l’investimento acquistando azioni ma anche titoli come i bot o altro. Si può anche optare per un fondo azionario, che garantisce una buona diversificazione e generalmente aiuta a non avere guai causati dalla volatilità dei singoli titoli azionari.

I titoli azionari, sono quelli più a rischio, soprattutto se si è alla prime armi; se si decide per i titoli è meglio suddividere il capitale senza concentrare tutto su un’unica azione. Per valutare se si è agito positivamente, bisogna attendere un anno; se vi è stato un guadagno, allora l’investimento in azioni ha dato i suoi frutti. A questo punto si può pensare di incrementare il capitale iniziale e suddividere la cifra diversificandola in investimenti vari.

Un altro investimento che sta guadagnando fama negli utimi periodi è l’investimento in valuta, il cosiddetto Forex, bene, quest’ultimo è un investimento particolarmente speculativo, pertanto in grado di realizzare forti guadagni ma anche fortissime perdite.

Prima di azzardare investimenti nel Forex è bene leggere attentamente tutte le informazioni necessarie per investire con consapevolezza.

0 pensieri su “Investire in azioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *