Squattrinato

Aprire una casa di riposo

casa di riposoL’aumentare dell’età media, porta ad un naturale incremento della popolazione anziana. Non sempre le persone in là con gli anni hanno una famiglia alla quale far riferimento. Soprattutto nelle città, sono molto frequenti i casi in cui gli anziani vivano da soli e abbiano seri problemi nell’affrontare le incombenze quotidiane.
Aprire una casa di riposo, può essere un buon investimento e soprattutto può essere una buona soluzione per chi è alla ricerca di lavoro. Le strutture di questo tipo si dividono in residenziali e semiresidenziali; le residenziali si suddividono in case di riposo e RSA.
Le RSA sono luoghi adatti a persone anziane non più autosufficienti, invece le case di riposo sono adatte per le persone che non vogliono più stare a casa da soli e preferiscono vivere in queste residenze.
Le case di riposo hanno tutti i servizi necessari per garantire un soggiorno sereno e soprattutto la garanzia di essere seguiti da personale medico e paramedico.
Per aprire una casa di riposo, è necessario rispettare la normativa regionale, che punta a garantire i servizi e gli organici adeguati al numero di ospiti. Perché la casa di riposo possa funzionare è necessario che la struttura sia esaminata da una commissione della Asl di competenza, che ha il compito di vigilanza. La Asl, rilascia anche il certificato di idoneità dei locali, delle cucine e di tutti le attrezzature utilizzate per la preparazione e la somministrazione dei pasti. Il personale che opera all’interno delle cucine deve possedere tutte le autorizzazioni sanitarie relative alla preparazione del cibo.
Inoltre, per aprire una casa di riposo è necessario creare un’impresa e registrarla presso il registro delle impresa alla camera di commercio. Per aprire una casa di riposo è obbligatorio avere l’autorizzazione dei vigili del fuoco e dare comunicazione al Comune dell’avvio dell’attività
Fra le spese bisogna considerare le attrezzature per l’ambulatorio, la cucina, le camere, una hall e uno spazio verde. I costi riguardano il personale infermieristico, il medico responsabile, gli addetti alle pulizie e alla manutenzione. Il direttore sanitario è obbligatorio nei casi in cui si abbiano più di cinquanta pazienti.
L’acquisto degli arredi è particolarmente importante perché questi devono garantire il comfort degli ospiti.
L’area sulla quale far sorgere la casa di riposo deve avere dei precisi requisiti di igiene e salubrità. Infatti, deve essere inserita nel sistema urbano delle comunicazioni, deve essere edificata in una zona dove ci siano alberi e dove l’aria sia salubre.
Inoltre, per ogni posto letto bisogna che siano circa 15 metri quadrati di zona adibita a parco o giardino. La norma da seguire dà indicazioni molto dettagliata sul modo in cui bisogna realizzare la costruzione; ci sono regole stringenti che comprendono ogni parte della struttura, dai corridoi al tipo di vernici che si devono impiegare per le pareti dei locali.

Le imprese che si occupano di assistenza sono, quasi sempre, cooperative sociale; queste possono essere di tipo A o B. Quelle di tipo A svolgono attività di assistenza, educativa e socio sanitaria. Invece, quelle di tipo B possono comprendere anche persone svantaggiate e volontari.
Le cooperative sociali devono essere registrate presso l’albo regionale delle cooperative sociali e godono di alcuni sgravi fiscali.
La scelta del personale è il primo punto dal quale partire, se si vuole fornire un servizio di qualità. Infatti, il personale deve essere in possesso del titolo di studio OSS o di altro equiparato. I dipendenti devono essere disponibili a lavorare su turni e durante i festivi. Per poter svolgere questa professione bisogna avere molta pazienza ed essere portati verso gli anziani.
Le case di riposo, sono dei luoghi dove le persone anziane possono rendersi utili e vivere in allegria e compagnia; sempre più spesso questa soluzione è adottata anche da gente in salute che ha problemi di solitudine.
La casa di riposo deve garantire agli anziani la possibilità di accedere agli spazi verdi e soprattutto di svolgere le terapie mediche necessarie.
Aprire una casa di riposo per anziani richiede un investimento iniziale “importante” ma garantisce buoni introiti. Il successo è determinato dal tipo di servizi offerti e dalla professionalità degli operatori. Per farsi conoscere è bene possedere un sito internet, fare pubblicità attraverso le affissioni e il volantinaggio.



Vedi anche:
Postato da il 14 ott 2012. Registrato sotto Come Aprire un.... Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “Aprire una casa di riposo”

  1. […] L’aumentare dell’età media, porta ad un naturale incremento della popolazione anziana. Non sempre le persone in là con gli anni hanno una famiglia alla quale far riferimento. Soprattutto nelle città, sono molto frequenti i casi in cui gli anziani vivano da soli e abbiano seri problemi nell’affrontare le incombenze quotidiane. Aprire una casa di riposo, […] Continua Qui: Aprire una casa di riposo » […]

Scrivi una replica

Facebook

Accedi | Disegnato da Gabfire themes
Histats.com © 2005-2010 P