Diventare psicologo

Lo psicologo è un professionista che si occupa del comportamento e delle cause che lo determinano.

La parola psicologia significa “discorso sull’anima”. Il campo in cui opera la psicologia è quello della menta e dei suoi comportamenti. Fra i suoi ambiti ci sono la comunicazione, le emozioni, i disagi e la personalità.

Fra i suoi compiti ci sono le terapie riabilitative, il sostegno, l’individuazione e la cura di problemi psicologici e il supporto per la risoluzione di problemi comportamentali..

Lo psicologo può effettuare interventi in sedute singole o di gruppo, infatti può essere usata per intervenire all’interno di famiglie, comunità o di coppie. Ma l’intervento di uno psicologo è indispensabile anche nelle attività di rieducazione, di prevenzione; il suoi supporto è richiesto per migliorare la qualità di vita, per facilitare l’apprendimento scolastico o di altre discipline.

La psicologia muove i suoi primi passi sul finire del XIX secolo in Germania.

In alcuni casi gli psicologi lavorano in equipe come altri professionisti come gli psichiatri e gli psicoterapeuti.

Uno psicologo deve avere una formazione vasta che comprende sia le nozioni della psicologia, ma anche di psicologia sociale, psicologia dinamica e di neurologia. Lo psicologo deve essere in grado di capire quali siano i problemi psicologici e quale sia l’importanza di questo disagio.

Un bravo psicologo conosce i diversi approcci e metodi di lavoro e capisce quali siano quelli più adeguati per risolvere quello specifico caso.

Fra i suo compiti vi è quello di riuscire ad interagire con un intero gruppo, sia che si tratti di una famiglia o di una comunità;questo professionista deve riuscire a farsi accettare e a far sì che i soggetti disagiati stabiliscano un buon rapporto con lui.La sua formazione e professionalità è in continua evoluzione e comprendono anche ambiti come la raccolta dei dati e la loro elaborazione. A queste competenze bisogna aggiungere una buona conoscenza del computer e di almeno una lingua straniera, utile per aggiornarsi. Per una buona riuscita della terapia, il paziente deve voler “guarire”, deve cioè essere motivato. Dallo psicologo si rivolgono , non esclusivamente persone con disturbi psichici ma anche persone che vogliono risolvere piccole paure o vogliono liberarsi da disagi e ansie.

Per poter diventare psicologo bisogna conseguire la laurea in scienze psicologiche;si tratta di un percorso di studi di tre anni che è suddiviso in alcuni indirizzi specifici come quello dello sviluppo. Dopo il raggiungimento del diploma di laurea è obbligatorio iscriversi al diploma di laurea di secondo livello, in Psicologia.

Con questo titolo si possono frequentare i corsi di perfezionamento, ai master, alle scuole di specializzazione e ai dottorati di ricerca. In genere i corsi di specializzazione specifici durano in media quattro anno, mentre i master durano circa un anno.

Dopo aver conseguito il diploma di laurea, per poter svolgere la professione di psicologo è obbligatorio superare l’esame di Stato. Per l’esame di Stato, è obbligatorio aver svolto il tirocinio; questo dura un anno se si è in possesso della laurea specialistica, mentre se si ha una laurea triennale, il tirocinio è di sei mesi.

L’esame di Stato consente di iscriversi presso l’albo degli psicologi della provincia alla quale si appartiene. L’albo professionale degli psicologici si differenzia fra coloro che hanno conseguito la laurea specialistica e coloro che hanno la laurea triennale.

L’albo degli psicologici prevede l’iscrizione alla categoria A per coloro i quali hanno una laurea specialistica e sono psicologici e una sezione B per coloro che hanno una laurea triennale e sono denominati psicologi junior.

Per uno psicologo gli sbocchi professionali sono numerosi. Si può decidere se intraprendere la libera professione oppure lavorare come dipendente. Se s opta per la seconda possibilità è bene preparare il proprio curriculum vitae dettagliato ed inviarlo presso grossi studi medici associati, associazioni di volontariato, cooperative sociali e strutture private. E’ possibile lavorare come psicologici anche nel settore pubblico, cioè nel servizio sanitario nazionale, riuscendo a raggiungere anche posizioni di un certo prestigio. Le opportunità nel settore pubblico sono numerose e sono quelle del SERT, nei reparti di psichiatria o in quelli infantili. Soprattutto di recente la figura dello psicologo è sempre più richiesta anche per selezionare personale, quindi sono numerose le agenzie di lavoro che ricercano psicologici.

Se invece si desidera diventare psicologo e intraprendere la carriera come libero professionista è importante farsi conoscere e pubblicizzare il proprio studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *