Corsi di formazione per paghe e contributi

contributiSe c’è una professione che, in Italia, nonostante la crisi che si sta attraversando, riesce a mantenere più o meno invariati i propri standard, è quella che si occupa delle paghe e contributi all’interno delle aziende.

Questa figura infatti si occupa di tenere i conti delle paghe e dei contributi versate dalle aziende ai dipendenti, dell’amministrazione del personale, dell’imposizione fiscale, e sono di solito altamente specializzate.

Ci sono molte strutture, sul territorio nazionale, che garantiscono la partecipazione ad un corso di formazione per paghe e contributi. Una di queste, riguarda la Provincia di Roma, che organizza dei corsi di questo tipo tramite l’Assessorato alle Politiche del Lavoro e Formazione, in collaborazione con Erfap Lazio.
Questi, ad esempio, hanno aperto un bando per individuare i 20 allievi prescelti fra i vari canditati interessati alla frequentazione del corso gratuito per paghe e contributi.

Il corso è, per l’appunto, riservato a 20 candidati, che siano di sesso femminile e residenti prioritariamente nella provincia di Roma. È aperta la partecipazione a donne italiane o immigrate (in possesso di un regolare permesso di soggiorno), inoccupate o disoccupate, e che siano in possesso del diploma di scuola media superiore. Inoltre viene richiesta la conoscenza della lingua italiana e del pacchetto di Microsoft Office.

 Il corso è gratuito, e si svolge di mattina per tre volte alla settimana presso la sede Erpaf Lazio presente a Roma, e prevede l’obbligo di frequenza per almeno l’80% del monte ore previsto. Al termine del corso, che si basa sull’utilizzo del software Zucchetti (quello che, nell’ambito delle paghe e dei contributi, viene maggiormente utilizzato e richiesto dalle varie aziende), verrà rilasciato un certificato di frequenza, che garantisce le competenze acquisite dall’interessata nel settore delle paghe e contributi.

In alternativa, esistono, sparse sulla penisola italiana, altri edifici che offrono un corso di formazione di questo genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *