Corsi di formazione per buttafuori

securityOggi come oggi, coi duri tempi di crisi che stanno mettendo in difficoltà il nostro paese sia dal punto di vista professionale che da quello sociale, oltre purtroppo a quello economico, trovare un lavoro che sia ben retribuito e soddisfacente dal punto di vista professionale, oltre che da un mero lato di svago e di divertimento, è molto difficile. Esistono delle professioni, però, che nonostante questo momento di difficoltà, riescono comunque a garantire tutti questi aspetti. Una di queste, ad esempio, può essere rappresentata da quello del buttafuori.

Nonostante non sia mai stata considerata una mansione propriamente virtuosa, elegante o gradevole, la figura del buttafuori è molto importante per diversi luoghi di svago ed intrattenimento, come ad esempio le discoteche.
Per questo motivo, da qualche tempo a questa parte, è possibile trovare, sparsi lungo tutto il territorio italiano, diverse strutture, scuole ed istituti dedicati alla formazione professionale che offrono la possibilità di partecipare ad un corso di formazione per buttafuori.

Fra queste, per esempio, si può segnalare L’A.S.A.P. – Agenzia per lo Sviluppo delle Amministrazioni Pubbliche – , che ha organizzato, in collaborazione con la Regione Lazio, un corso di formazione per buttafuori. Tale corso è riservato ad un numero massimo di 250 partecipanti, è completamente gratuito, ed ha una durata complessiva di 90 ore.
Il corso di formazione per buttafuori si tiene a Roma, ed i potenziali candidati devono soddisfare una serie di requisiti minimi. Anzitutto, devono essere cittadini italiani o extracomunitari in possesso di un regolare permesso di soggiorno che abbiano già raggiunto la maggiore età. Inoltre devono essere in possesso di un titolo di studio minimo di un diploma di scuola media, e devono presentare uno stato fisico e mentale buono, non condizionato dall’assunzione di alcool o di stupefacenti; infine non verranno presi in considerazione eventuali candidati che presentino condanne di vario tipo o che siano sottoposti a misure di sicurezza o di prevenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.