Come diventare un articolista

articolistaNegli ultimi tempi sta riscuotendo un grande successo, nei diversi siti Internet e soprattutto più in generale in tutto il mondo web on line, il ruolo dell’articolista.
Chi è e cosa fa l’articolista? E come diventarlo?
Prima di spiegarvi a grandi linee cosa bisogna fare per diventare un’articolista di successo, è bene distinguere questo “lavoro” da quello del giornalista professionista e anche da quello del giornalista pubblicista, che sono sicuramente dei lavori più completi e che pertanto richiedono dei requisiti molto più strutturati.
Il lavoro dell’articolista è un ruolo relativamente recente nel mondo dell’impiego e in particolare nel mondo del lavoro on line: è un articolista chi si occupa, per proprio interesse o sotto compenso, di redigere dei testi per un determinato sito web, che può essere di sua proprietà oppure di proprietà di un web master che ha la necessità di riempire il proprio sito con dei contenuti ben definiti.
Spesso, se il sito web è registrato come testata giornalistica, e se il lavoro avviene come regolarmente retribuito per un periodo di almeno due anni, un articolista in gamba può fare il classico salto di qualità e diventare un giornalista pubblicista semplicemente facendo richiesta, previo pagamento di una determinata somma, all’Ordine dei Giornalisti della sua Regione.
Si comprende quindi che se il lavoro dell’articolista è ben strutturato, si può da esso anche ottenere un certo guadagno non tanto e non solo sotto il profilo economico, quanto sotto quello professionale.
Diventare un articolista non è difficile, anche se alcuni requisiti fondamentali sono chiaramente sottintesi: una persona che non abbia una buona dialettica e che non sia dotata di una certa conoscenza in fatto di grammatica, difficilmente potrebbe intraprendere questa strada, e nei casi in cui qualche web master dilettante “si accontenti” di un improvvisato articolista, sarà difficile ottenere il tesserino di giornalista pubblicista o ricevere proposte di lavoro vantaggiose.
Come diventare quindi un articolista?
Le possibilità al giorno d’oggi sono molte, visto e considerato che il settore è in crescita nonostante anch’esso sia colpito dalla crisi del mercato, pertanto basta collegarsi su Internet ed effettuare una ricerca delle parole chiave “cerco lavoro articolista”, per esempio, per ottenere molti risultati interessanti da cui prendere spunto.
Esistono inoltre dei siti specifici, in crescita sempre più consistente, che permettono l’incontro tra domanda e offerta e grazie ai quali, previa registrazione di un proprio profilo, non solo si può rispondere alle varie offerte di lavoro ma si può anche creare un proprio annuncio personale inserendo tutti i dati che si ritengono utili per attirare un buon numero di clientela.
Tuttavia, poiché spesso questo lavoro è basato su semplici accordi verbali o su botta e risposta spesso scambiati via email o comunque tramite mezzi non certificati e non controllati, il rischio di cadere in trappole indesiderate è sempre in agguato, e per questo motivo bisogna tenere ben presenti alcuni accorgimenti importanti:
1)    Richiedere e fornire un feedback grazie al quale è possibile avere una maggiore certezza della professionalità o quanto meno della serietà del proprio collaboratore;
2)    Non accettare offerte di lavoro a prezzo stracciato, perché il rischio sarebbe quello di “lavorare troppo” ed “ottenere poco”, in virtù del fatto che redigere un buon articolo significa investire non solo il proprio tempo, ma anche le proprie conoscenze e la propria preparazione;
3)    Specializzarsi in un argomento specifico, o comunque proporsi solo per temi e argomenti di cui “si sa parlare”: ha poco senso e paga poco, infatti, iscriversi ad un annuncio in cui si cercano articolisti nel settore geek, se in effetti di tecnologia si capisce ben poco e non si saprebbe “dove mettere le mani”.
Sono certamente piccoli accorgimenti, che possono rendere il lavoro più proficuo e più sicuro, sia dal punto di vista economico che sotto il profilo della propria crescita personale e professionale.
Inoltre, un ultimo ma valido consiglio: diventare un articolista oggi si può, ma poiché il settore è ad oggi molto battuto, è importante affidarsi alla propria serietà, disponibilità, flessibilità e professionalità per garantirsi un buon numero di commissioni e quindi una sempre maggiore e migliore clientela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.