Attività: i settori che sfidano la crisi

sfidaNonostante il periodo di grave crisi nel quale l’Italia sta versando, continuano per fortuna ad esistere dei settori di mercato che risultano toccati dalla crisi economica e finanziaria in maniera nettamente minore rispetto a molti altri: parliamo soprattutto dei settori legati alla soddisfazione personale, che paradossalmente sono tra i più “ricchi” e tra i  meno colpiti dalla crisi, come i negozi di elettronica e tecnologia, o i centri estetici e per parrucchieri, e molti altri.
La gente, infatti, tende sempre a ritagliarsi uno spazio per sé e per il proprio piacere e benessere personale, e questo è sicuramente un punto a favore per tutto il mercato dell’oggettistica personale, della telefonia ed informatica, e della bellezza e dell’estetica.
Volendo infatti configurare meglio la situazione, ci basta dare uno sguardo veloce ai vari settori per capire che sempre meno persone sono disposte a rinunciare al piacere di un telefonino nuovo e funzionale, o al taglio o colore di capelli all’ultima moda, perché questo benessere estetico, per quanto frivolo e superficiale, rappresenta in fondo una sorta di estraneità dai problemi quotidiani, un mondo nel quale fuggire ogni qualvolta ve ne sia l’occasione.
Per questo motivo, chiunque stia pensando di mettersi in proprio e di creare quindi una propria impresa, dovrebbe tenere ben presenti quali sono i settori maggiormente frequentati o che meno di altri si trovano a dover affrontare le conseguenze della crisi, visto che negli ultimi tempi non è sempre facile avviare un negozio e mantenerlo aperto a lungo.
Oggi abbiamo pensato, proprio per questo, di stilare una breve lista di negozi e di attività che potrebbero maggiormente avere fortuna nel mercato delle attività imprenditoriali, fermo restando, comunque, che la fortuna, se applicata da sola, non può certamente fare la differenza e che per mantenere vivo il proprio negozio o la propria attività è importantissimo soprattutto impegnarsi, sia a livello di tempo e di buona volontà, che dal punto di vista economico.
Nessuna attività, senza un buon investimento iniziale, può spiccare il volo e diventare conosciuta e rinomata: è vero che spesso si inizia dal basso – per fare un esempio, pensiamo al guru dell’informatica Steve Jobs che dal nulla è riuscito a creare un mostro come la Apple – ma è anche vero che senza i giusti requisiti non si va da nessuna parte.
Un buon arredamento del locale, una posizione strategica sulla quale piazzare il proprio negozio, un atteggiamento professionale e cordiale del proprietario e dei commessi che vi lavorano sono sempre delle carte vincenti: a nessuno piacerebbe mangiare in un ristorante sporco, maleodorante, con i piatti scheggiati ed avere a che fare con camerieri antipatici!
Fare della cortesia, disponibilità e professionalità il proprio biglietto da visita è sicuramente l’atteggiamento vincente per non crollare nel giro di qualche mese.
Vediamo adesso qualche idea per delle attività che possano emergere – se ben configurate, ovviamente – dalla crisi economica e finanziaria:
–    Il settore della tecnologia e dell’informatica: a prima vista, l’idea di aprire un negozio di informatica in cui vengano venduti prodotti “di lusso” o comunque non indispensabili può sembrare un azzardo. Ma in realtà, la gente è spesso molto attratta dalle innovazioni tecnologiche e, a parte i fanatici veri e propri (pronti ad acquistare immediatamente l’ultimo modello di cellulare o di computer), sono in molti a scegliere come regalo di compleanno o di laurea un telefonino o qualcosa di tecnologico;
–    Il settore dell’estetica: in esso includiamo non solo i centri estetici veri e propri, o le Spa nelle quali trascorrere qualche giorno in assoluto relax, ma anche i negozi di parrucchieri, e tutto ciò che si rivolge al benessere esteriore ed estetico della persona. Si tratta di un settore molto interessante e che non conosce crisi, soprattutto perché la gente è sempre attratta all’idea di prendersi cura di sé e della propria persona;
–    Il settore della ristorazione: chi rinuncerebbe ad un Sabato sera con gli amici, ad un pranzetto romantico con la propria fidanzata, ad un caffè al bar? In un mondo in cui sembra che lavorare sia l’unico obiettivo di tutti, risulta invece sempre più giusto ed importante dedicarsi un po’ di tempo per ritemprarsi dallo stress e dagli impegni quotidiani.
Sono solo alcuni dei settori che possiamo considerare in maniera maggiore per combattere la crisi scegliendo di farlo in prima persona attraverso la propria attività: con questo, però, non vogliamo dire che ciò sia valido universalmente per tutte le città, per tutte le zone e per tutte le persone.
Per mettersi in proprio ed avere così un’attività imprenditoriale “fortunata”, è molto importante soprattutto impegnarsi costantemente, essere unici e perseguire i propri obiettivi in maniera seria e senza perdersi d’animo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.