Come aprire una pizzeria al taglio

Aprire una pizzeria al taglioUna delle attività che negli ultimi anni sta riscuotendo un gran successo è quella della pizzeria al taglio: cosa significa sostanzialmente?
Questo tipo di attività è differente dalla pizzeria comune, in quanto essa somministra tranci di pizza e generalmente si comporta come una sorta di take away, anche se non è detto che non si possa decidere di presentare comunque entrambe le soluzioni.

Burocrazia per aprire una pizzeria al taglio:
Se decidete di aprire una pizzeria al taglio, dovrete, come per tutte le attività, tenere conto di diversi fattori e regolarvi di conseguenza: prima di tutto, è necessario ottenere l’iscrizione al registro delle imprese e all’albo delle imprese artigiane, ed ovviamente dovrete richiedere l’autorizzazione della ASL che certifica se i locali sono in regola con le vigenti normative igienico-sanitarie.
Inoltre, qualora scegliate di optare per un tipo di pizzeria al taglio che garantisca anche un certo servizio all’interno, non solo dovrete effettuare un investimento maggiore per via del fatto che l’arredamento dovrà essere consono alla scelta fatta – vi serviranno almeno dei banconi con degli sgabelli, per consumare il cibo – ma chiaramente dovrete ottenere un’autorizzazione dal Comune per somministrare cibi e bevande.
In ogni caso, sono tutte regole abbastanza accettabili e non è poi così difficile ottenere queste autorizzazioni: per vostra serenità e sicurezza, sarebbe comunque meglio informarsi presso la camera di commercio ed il comune di pertinenza del locale, giusto per non avere poi dei dubbi o ritrovarsi all’ultimo minuto con altri documenti necessari all’apertura della pizzeria al taglio.

Investimento per aprire una pizzeria al taglio
Andiamo alla nota dolente: tutto dipende dal tipo di locale che volete acquistare (o prendere in affitto), dall’arredamento e dalla scelta di somministrare o meno il cibo all’interno del locale stesso. In questo caso, infatti, non solo il locale dovrà essere ragionevolmente più grande, ma anche diversa dovrà essere l’offerta: visto che anche qui la concorrenza spesso non manca, sarebbe apprezzabile fare di tutto per attirare il maggior numero di clienti possibile, soffermandosi ovviamente sui gusti e le esigenze di una clientela giovanile ma non escludendo a priori le famiglie e le persone un po’ più adulte.
Per questo, optate soprattutto per un tipo di arredamento colorato, giovane, ma sobrio, che possa ospitare anche famiglie con bambini, oltre che giovani e giovanissimi.
Tenendo quindi conto del fatto che in una pizzeria al taglio vi serviranno anche delle strumentazioni adeguate (primo tra tutti il forno, ma anche delle friggitrici per friggere le patatine e gli snack, e dei banconi in cui posizionare le fette di pizza), l’investimento iniziale potrebbe all’incirca essere tra i 40 mila ed i 50 mila euro, comprese le attrezzature professionali, l’arredamento e le varie documentazioni.
L’investimento per alcuni potrebbe essere considerato alto, ma si deve tener conto che aprire una pizzeria al taglio può dare molte soddisfazioni anche economiche, a patto che, si offrano prodotti di qualità, prezzi adeguati ed un buon servizio per battere la concorrenza.
Per questo motivo, sarebbe utile che la vostra pizzeria al taglio sia, almeno inizialmente, a conduzione familiare, in modo tale da abbattere i costi della manodopera, ma ovviamente vi dovrete armare non solo di buona volontà, ma anche di iniziativa e di una buona resistenza fisica e flessibilità,  visto che si tratta di un lavoro sicuramente entusiasmante e che da grandi soddisfazioni ma anche molto duro e faticoso.

0 pensieri su “Come aprire una pizzeria al taglio”

  1. salve, sto cercando di comprare una pizzeria a taglio gia avviata…
    sono gia in possesso del REC. per quanto riguarda l’iscrizione all’albo degli artigiani va fatta al momento dell’acquisto o posso anticipare i tempi e farla senza avere ancora un negozio? che altri requisiti servono? e come tempi dal momento della voltura con il notaio quanto devo aspettare per poter lavorare? la pizzeria che mi interessa è costituita con una ditta individuale artigiana e so’ che comunque devo aprirmi una mia partita iva
    cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *