Come aprire un negozio di bigiotteria

Come aprire un negozio di bigiotteria: consigli ed eventuali investimenti iniziali

negozio bigiotteriaAl giorno d’oggi, con l’avanzare della crisi che si fa sentire nelle tasche del cittadino medio, sono sempre meno le persone che scelgono di acquistare costosi gioielli e oggetti preziosi.
Questa ovviamente è una scelta che dipende dal portafogli della singola persona che in quel momento può o meno acquistare un regalo dispendioso ma pur sempre di grande effetto. Resta pur chiaro che, almeno per quanto riguarda i regali “speciali”, la gioielleria è ancora ai primi posti tra gli acquisti più ambiti, in special modo quando si parla di anelli di fidanzamento ed in generale per tutti quei gioielli che rappresentano un pegno d’amore.
Eppure, la tendenza generale, tolti questi casi circoscritti, è quella di “spendere meno” ed “avere di più” con oggetti di bigiotteria creati con metalli e pietre non preziose ma comunque di grande effetto. Il più delle volte, anzi, è possibile, con modeste cifre, acquistare un’intera parure, la maggior parte delle volte di ottima fattura. Si comprende quindi come soprattutto ragazzine o giovani donne scelgano di acquistare i propri monili presso negozi di bigiotteria, che spesso trattano anche articoli diversi, dagli ombrelli ai portafogli, dagli occhiali da sole ai foulard, offrendo una vasta gamma di oggetti che soddisfano le esigenze di potenziali clienti.
Ciò è indicativo del fatto che i negozi di bigiotteria non solo fanno tendenza, ma nonostante i prezzi esigui dei gioielli messi in vendita, possono rappresentare una buona fonte di reddito, perché “il prezzo basso” attira una gran parte di clientela e permette di poter contare su un certo numero di scontrini a fine giornata ed in questo modo di assicurarsi un volume d’affari soddisfacente che consenta di coprire i costi di gestione dell’attività e di generare un congruo utile d’esercizio.
Per questo motivo, è chiaramente necessario, ancora una volta, che il negozio di bigiotteria sia posizionato in punti strategici della città, in zone trafficate e soprattutto di passaggio, meglio se in centro, che generalmente rappresenta la meta ideale per le passeggiate del fine settimana.
Inoltre, se siete persone creative ed amate questo tipo di monili, aprire un negozio di bigiotteria è sicuramente l’attività che fa per voi: molte sono le persone – soprattutto le donne – che iniziano per gioco, o magari per passione, e con il tempo e l’esperienza si specializzano riuscendo a creare gioielli di fine bigiotteria e con spirito d’iniziativa e capacità di fare business riescono a mettersi in proprio sfruttando un hobby.
Per aprire un negozio di bigiotteria, comunque, non servono i capitali e le tappe burocratiche di un negozio di gioielleria, spesso è molto più semplice di quanto si possa credere: non è inoltre necessario che il locale sia estremamente grande, spesso infatti, bastano anche solo 50 m2 per questo tipo di attività. L’importante, come sempre, è che il buon gusto e la ricercata funzionalità vi guidino nella scelta della location e dell’eventuale arredamento e illuminazione del negozio.
Le possibilità con cui affrontare questo business sono essenzialmente due: da un lato esso può essere affrontato come semplici distributori, dall’altro come produttori e distributori insieme, magari predisponendo un laboratorio nel retro presso il quale provvedere alla creazione dei gioielli. Fantasia, arte e creatività, in questo caso la faranno da padrone, ovviamente cambierà anche l’utile generato dall’attività a seconda che si sia solo distributori oppure anche produttori: si parla di circa un 60% per il distributore e del 200% o anche più per il produttore, a seconda dei costi, delle strategie di vendita e anche del mercato di riferimento.
Qualora si abbia l’intenzione di proporre anche oggetti e gioielli di oreficeria, è buona norma valutare l’opportunità di approvvigionarsi da qualche grossista che sia disposto a concedere, almeno inizialmente, la merce in conto vendita, per evitare di sostenere costi aggiuntivi.
Dal punto di vista burocratico per aprire un negozio di bigiotteria è chiaramente necessario che siano svolte determinate pratiche, ma in questo caso è utile rivolgersi presso il proprio commercialista di fiducia – o, al più, presso la Camera di Commercio del proprio Comune – che saprà indicare tutte le tappe necessarie all’apertura del vostro negozio di bigiotteria.

0 pensieri su “Come aprire un negozio di bigiotteria”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *