Come aprire un’enoteca

Come aprire un’enotecaSe il vino è la vostra passione, e magari da ragazzini sognavate di diventare degli stimati sommelier, potreste accogliere l’idea di aprire un’enoteca.
Innanzitutto, chiariamo meglio, cos’è esattamente un’enoteca? Di cosa si occupa? Quali servizi offre?
L’enoteca è un esercizio commerciale adibito ed autorizzato al commercio del vino (l’etimologia stessa del nome è greca, da enos, vino, e teca, contenitore), volto a fornire ai consumatori appassionati del vino e della sua cultura la possibilità di degustare vini ed eventualmente acquistarli.
Molti anni fa, l’enoteca si occupava solamente della vendita di vini locali e regionali, ma con la crescita dell’interesse verso il settore alimentare e delle bevande soprattutto negli ultimi anni, il volto di questi negozi sta lentamente cambiando, e quando oggi si parla di enoteca si pensa soprattutto a qualcosa tipo una “biblioteca del vino”, un settore insomma di nicchia dove trovare informazioni sui vini e sulla cultura del vino, piuttosto che essere un punto di distribuzione e vendita di grandi quantitativi di vino.
Non vi è più, in sostanza, una limitazione alla sola vendita del prodotto, ma una sorta di espansione dell’esercizio commerciale: all’interno di un’enoteca, infatti, oggi non ci si limita solo ad acquistare del buon vino con l’ausilio dei consigli di un esperto del settore, che informerà anche su eventuali abbinamenti di cibo, ma ci potrà il più delle volte anche fermare e gustare degli ottimi prodotti “fatti in casa”, nell’idea di un richiamo alle vecchie osterie di un tempo.
Un tipo di approccio, questo, che sta avendo un grande successo in Italia e che garantisce al commerciante anche un buon riscontro economico rispetto a quanto si riuscirebbe a raggiungere se ci si limitasse, come un tempo, solo alla vendita del prodotto.
Se, alla luce di tutto questo, siete affascinati dal tipo di negozio che potreste gestire, allora sarebbe il caso di iniziare ad approfondire la cosa, magari recandovi presso il vostro comune di residenza per richiedere ed ottenere tutte le informazioni del caso.
Intanto, vi forniamo alcuni consigli che potranno rivelarsi utili soprattutto in questa fase ancora informativa:
1.    Come per ogni tipo di attività, dovrete infatti ottenere delle licenze e delle autorizzazioni: per aprire un’enoteca, dovete prima di tutto rivolgervi alla Confcommercio ed alla Confesercenti per ottenere tutte le informazioni possibili all’avvio della attività, tenendo anche chiaramente conto del fatto che vi servirà anche una licenza.
2.    Contattate pertanto anche la Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), che oltre a darvi maggiori informazioni potrà anche fornirvi ottimi consigli sul tipo di preparazione che dovreste avere, magari indirizzandovi verso corsi specifici nel settore. Poiché, come abbiamo detto, aprire un’enoteca oggi significa anche avere una buona conoscenza del settore, non è sufficiente una sola licenza di vendita ma bisogna anche possedere una buona preparazione nel campo: non ci si può ovviamente improvvisare esperti sommelier, anche perché, visto il grado di successo che questo tipo di attività – oggi meglio conosciute come wine-bar – sta avendo sul pubblico, è importante sapersi difendere dalla concorrenza nel miglior modo possibile.
3.    Prima di aprire un’enoteca, quindi, pensate all’investimento che ciò comporterebbe: oltre all’investimento nell’attività stessa – a livello di locale, arredamento, fornitura, documentazioni e certificati da ottenere, ecc. – dovete tenere conto del fatto che vi servirà una buona preparazione, pertanto un buon corso di sommelier (autorizzato) potrebbe costarvi all’incirca 2000 euro, ma farebbe sicuramente la differenza, soprattutto se la vostra idea è quella di aprire un wine-bar. Qui, infatti, proporrete anche una selezione di prodotti alimentari che andranno accompagnati al vino, e solo una preparazione completa può aiutarvi in questo.
4.    Quali sono gli aspetti possibilmente “negativi” di cui tenere conto? Prima di tutto, la concorrenza. Essendo questo un settore in crescita, saranno certamente in molti ad avere la vostra stessa idea: la parola chiave, anche in questo caso, è distinguersi dalla massa, offrendo un prodotto non solo selezionato, ma anche dotato di tutte le varianti possibili, ed in cui la preparazione e la formazione professionale la faranno da padrone.

0 pensieri su “Come aprire un’enoteca”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *