Come aprire un agriturismo

Quando si decide di andare in vacanza, uno dei primi problemi che spesso ci si pone riguarda proprio l’hotel all’interno del quale alloggiare: prima ancora di scegliere le date in cui partire e il tempo necessario per visitare la città desiderata, spesso ci si collega ad internet con la speranza di trovare qualche informazione aggiuntiva su questo o quell’albergo, alla ricerca soprattutto di offerte dell’ultimo minuto o comunque di prezzi accessibili alle proprie tasche.
Generalmente, gli hotel non sono promotori di prezzi bassi ed accessibili, e questo spesso porta a rinunciare alla vacanza o quanto meno a ridurre i giorni in cui si alloggia nella città desiderata. Eppure, esistono diverse possibilità che negli ultimi anni il turismo sta conoscendo e apprezzando: si tratta in particolare dell’agriturismo, dell’affittacamere o del bed and breakfast. Queste tre attività stanno vivendo un periodo di particolare sviluppo, infatti, i turisti sono attratti dalla possibilità di viaggiare ed alloggiare a prezzi accessibili, ma soprattutto dalla possibilità di immergersi nella realtà locale, mangiando piatti tipici e vivendo le tradizioni e la cultura del posto. Questo trend positivo non è sfuggito agli imprenditori ed a chi aveva voglia di intraprendere in questo settore, in molti quindi, hanno aperto un agriturismo o un bed & breakfast.
Soffermiamoci soprattutto sulla prima ipotesi: l’agriturismo, questo è generalmente un’attività di ricezione ed ospitalità che viene esercitata dagli imprenditori agricoli, per mezzo dell’utilizzo degli spazi e delle risorse disponibili della propria azienda, in modo complementare all’attività di coltivazione del fondo e allevamento del bestiame che devono comunque rimanere la principale attività.
Quindi, se siete alla ricerca di un’attività che si differenzi dalle altre per ospitalità, contatto con la natura, risorse naturali immediatamente disponibili e soprattutto guadagni, probabilmente aprire un agriturismo è l’attività giusta per voi.
Ecco cosa vi serve sapere se l’idea di aprire un agriturismo vi stuzzica:
1.    Pensiamo prima di tutto alla parte burocratica: quali sono i requisiti necessari per aprire un agriturismo? L’attività agrituristica è liberamente consentita a chiunque eserciti un’impresa agricola a qualunque titolo – che sia quindi di vostra proprietà o in affitto – ma è bene sapere che sono comunque necessari alcuni requisiti di tipo tecnico ed amministrativo. Ovvero, dovete possedere nozioni tecniche e amministrative inerenti la disciplina agrituristica che vi permettano di essere abilitati all’attività. Per sapere di che tipo di nozioni dovrete essere in possesso e come eventualmente abilitarvi all’attività, basta recarsi presso la Regione per ottenere tutte le informazioni necessarie.
2.    L’investimento: questo è chiaramente il punto dolente della questione. Esistono due possibilità: la prima è quella di aprire un agriturismo che offra solo il servizio di ristorazione, nel cui caso sono chiaramente necessari una cucina adeguata ad una piccola ristorazione in termini di locali, elettrodomestici, stoviglie, servizi igienico sanitari, che sia quindi corredata di frigoriferi e freezer professionali; una sala da pranzo dotata di un adeguato numero di tavoli e sedie ed ovviamente un buon numero di stoviglie, posate e bicchieri; ed una cantina di vini. Se oltre al servizio di ristorazione voleste anche offrire un servizio di ospitalità per la notte, saranno ovviamente necessari anche la realizzazione di camere arredate e di servizi igienici che possono essere comuni o interni ad ogni camera. L’investimento, pertanto, dipende anche dal tipo di attività che volete proporre alla clientela, tenendo comunque conto del fatto che maggiore sarà la quantità di servizi che offrirete al cliente, maggiori saranno le richieste, e, di conseguenza, anche i guadagni.
3.    La pubblicità: abbiamo detto all’inizio del nostro articolo che molti potenziali clienti, prima di scegliere un luogo dove alloggiare durante le proprie vacanze, effettuano una ricerca su internet. Molti di loro spesso rimangono delusi: spesso su internet si reperiscono poche informazioni e anche nel fortunato caso in cui sia presente un sito internet, spesso le informazioni insufficienti, non ci sono foto e i prezzi sono poco chiari. Perciò, valutate bene se effettuare anche un piccolo investimento in pubblicità, perché il solo passaparola non può bastare ad attirare i clienti, indispensabile la presenza di un sito internet con informazioni chiare e ben dettagliate sull’offerta del vostro agriturismo, è essenziale e può davvero fare la differenza.

0 pensieri su “Come aprire un agriturismo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *