Curare l’acne: la pillola contraccettiva

Giusto o sbagliato?

Visto che l’acne rappresenta, soprattutto per molti giovani, motivo di crisi e di insoddisfazione nel guardarsi allo specchio, spesso oltre a ricorrere alle ricette fai da te – che possono essere più o meno giuste, anche se è sempre meglio consultare il proprio medico curante di fiducia prima di creare problemi o danneggiare la situazione sulla propria pelle – si pensa che la pillola contraccettiva sia una buona arma contro la presenza di fastidiosi ed antipatici brufoli e punti neri.
Ma quanto c’è di vero? E’ solo una leggenda o realmente la pillola può aiutare a far scomparire l’acne? E soprattutto, quando va usata e quando invece non va somministrata per evitare la presenza di eventuali controindicazioni?
Prima di tutto, non esiste alcun metodo infallibile per eliminare l’acne che comunque, soprattutto nei giovanissimi, è semplicemente il sintomo che la crescita sta avvenendo nel giusto modo.
Queste considerazioni non hanno la minima pretesa di sostituire, in alcun caso, il giudizio del medico. Infatti, solo il medico curante o, al meglio, uno specialista, dopo aver attentamente esaminato la situazione, dovrà chiarire come è meglio agire e comportarsi.
Generalmente, prescrivere alle giovani donne la pillola contraccettiva per curare l’acne può essere oggi considerato come un comportamento terapeutico che deriva da una falsa premessa, ovvero il luogo comune che l’Acne sia causata da una disfunzione degli ormoni sessuali. In realtà le adolescenti o le donne con Acne non hanno disfunzioni ormonali.
Pertanto, effettuate queste premesse, la somministrazione ed il successivo uso della pillola contraccettiva per la cura dell’Acne, oltre a non produrre un significativo miglioramento dell’Acne, espone ai rischi dell’uso di estrogeni e antiandrogeni (tra i quali è possibile notare un significativo aumento di peso, correlato alla comparsa di cellulite, ipertensione, alterazioni del fegato, pericolo di trombosi ecc.).

0 pensieri su “Curare l’acne: la pillola contraccettiva”

  1. Usando la pillola diane effettivamente l’acne era sparita, purtroppo non risolve il problema a lungo termine, infatti è ricomparsa una volta smessa l’assunzione.
    La pillola non è la soluzione ma semplicemente un palliativo.

  2. La pillola contracettiva non è la soluzione per l’acne. Io ne ho provate 3 diverse tra cui la Diane e la mia acne non è sparita….anzi, la pillola mi ha fatto ingrassare 3kg, e da quando la assumo ho la cellulite! L’acne non è nemmeno un fattore puramente ormonale: faccio cure ormonali senza risultati sull’acne!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *