Come avviare un’impresa con meno di 10.000 euro

impresaQuando si è in procinto di aprire una nuova attività ci si trova sempre davanti all’annosa decisione di quale forma giuridica scegliere . Oggi valuteremo i pro e i contro delle varie forme giuridiche per chi vuole aprire la propria impresa con un budget limitato .

Le forme giuridiche che andremo a confrontare sono :

  • DITTA INDIVIDUALE
  • IMPRESA FAMILIARE
  • SNC
  • SAS

DITTA INDIVIDUALE

La ditta individuale è la forma giuridica più semplice esistente in Italia . Prevede la figura dell’imprenditore come titolare unico dell’azienda , ma che può comunque avvalersi di dipendenti e collaboratori . Per constituire una ditta individuale non serve un atto notarile , ma è sufficiente la denominazione della ditta , l’apertura di partita Iva  , l’iscrizione all’Inps  , Inail e alla Camera di Commercio .

Avviare una ditta individuale costa circa 200 € . Mentre , a meno che non siate già dipendenti , una volta aperta la ditta individuale dovrete pagare 2.800 € all’anno di INPS per un minimale fisso annuale di 14.000 € più il 20% della cifra eccedente  . Se quindi voi a fine anno avrete utili per 15.000 € dovrete pagare 2.800 € più il 20 % dei 1.000 € in più che avete guadagnato (2.800 + 200 = 3.000 €) .

Dovrete inoltre pagare l’IRAP (Imposta Regionale Attività Produttive) che ammonta circa al 3,9 % degli utili della vostra attività . Avrete infine da pagare Iva , Inail e Irpef . Queste cifre però vanno in base al regime in cui si rientra (IVA) , in funzione dei rischi d’impresa (INAIL) e in funzione del reddito prodotto (IRPEF , da un minimo del 23% a un massimo del 43%) .

VANTAGGI DITTA INDIVIDUALE :

  • I  costi sono molto limitati .
  • E’ possibile beneficiare del regime dei minimi , dove è sufficiente rapportarsi con l’ Agenzia delle Entrate , senza fare riferimento ad un consulente esterno .
  • Si è soli nella gestione dell’attività .
  • Nessuno può agire in nome della ditta individuale

SVANTAGGI DITTA INDIVIDUALE

  • In caso di fallimento , l’imprenditore è coinvolto in prima persona .
  • Non ci sono possibilità di delega .
  • Maggiori possibilità di commettere errori .
  • Limitate possibilità di ricorso al credito .

IMPRESA FAMILIARE

Entro il terzo grado di parentela , è possibile unirsi e formare un’Impresa Familiare . Questo tipo di impresa si costituisce con un atto notarile . Gli utili vengono rispartiti a fine anno sulla base del 51% al titolare della ditta , mentre il restante agli altri familiari che costituiscono la società . Ogni anno è anche possibile ripercentualizzare i soci in base alla loro partecipazione all’interno della società . L’avvio di un’impresa familiare costa circa 800 € per la parcella del notaio e l’atto costitutivo . Al pari dell’impresa individuale , i costi ulteriori sono Inail , Inps .

VANTAGGI IMPRESA FAMILIARE

  • Semplicità di conduzione
  • Rapidità nelle decisioni aziendali . Il titolare ha potere decisionale , dopo aver sentito il parere degli altri soci .
  • Abbattimento degli scagioni relativi ai contributi Irpef , dovuto alla ripartizione degli utili fra i vari soci dell’impresa
  • La percentuale degli utili può essere ridistribuita di anno in anno , in base all’effettiva partecipazione dei soci nell’attività .

SVANTAGGI IMPRESA FAMILIARE

  • In caso di fallimento, tutte le responsabilità ricadono sul titolare .

LE SOCIETA’ SEMPLICI (Snc o Sas)

Chi vuole aprire una nuova impresa e desidera costituire una società di persone deve scegliere tra 2 diverse opzioni : una società in nnome collettivo (Snc) oppure una società in accomandita semplice (Sas) . Queste due tipologie di società si costituiscono davanti a un notaio . Durante l’atto costitutivo della società devono essere indicate le modalità con le quali i vari soci intendono dividersi gli utili  . In caso di fallimento tutti i soci , a esclusione degli accomodanti nelle Sas , rispondono illimitatamente (anche con il proprio patrimonio personale) . Durante l’atto è opportuno delimitare i margini di azione di ciascun socio , soprattutto quando è previsto il prelievo di denaro a firme disgiunte dal conto corrente della società . Salvo diverse disposizioni previste all’atto costitutivo , ogni decisione aziendale viene votata dai soci .Costituire una di queste due tipologie di società richiede circa 1.500 € per le spese notarili e gli altri adempimenti burocratici .

Come tutte le altre imprese , sono soggette a Irap , Iva e Inail . Per ciascun socio viene calcolata  l’Inps  alla stessa maniera della impresa individuale . L’Irpef viene calcolata in base al reddito di impresa percepito da ciascun socio durante l’anno .

VANTAGGI DELLE SOCIETA’ SEMPLICI

  • è più agevole accedere al credito
  • formalità burocratiche poco onerose
  • imposizione fiscale poco gravosa , molto meno di quella delle società di capitali .

SVANTAGGI DELLE SOCIETA’ SEMPLICI

  • In caso di fallimento della società , falliscono anche tutti i soci .
  • I soci rispondono in maniera illimitata nei confronti di eventuali creditori
  • In caso che il numero dei soci sia pari , può essere un problema prendere delle decisioni a votazione .
  • Gli utili sono soggetti a tassazione .

0 pensieri su “Come avviare un’impresa con meno di 10.000 euro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *