Come aprire e guadagnare soldi con un sito e-commerce

ecommerceIl 2011 sarà l’anno del boom di internet . Un anno dove sempre più persone si affacceranno al web , un anno dove il pubblico sarà più maturo e più propenso ad acquistare sul web .
Ecco perchè , per chi è commerciante , salire sul treno del web potrebbe essere la svolta per guadagnare soldi extra dalla propria attività o addirittura rilanciare la propria attività da un fallimento sicuro .
Mentre il vostro negozio può contanare su un numero limitato di visitatori , un negozio e-commerce ha potenzialmente visitatori da tutto il mondo . Mentre il passaparola per un negozio sotto casa può portare un numero abbastanza limitato di clienti , un negozio su internet può portare clienti in maniera esponenziale .
Ma come si fa ad aprire un sito e-commerce e quali strategie adottare ?
L’importante è esserci . Informatevi col vostro commercialista (per avere un negozio e-commerce bisogna innanzitutto avere p.IVA e essere iscritti alla categoria ATECO 47.91.10: “Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet” ) . Passo successivo sarà quello di creare il sito dove cominciare a vendere . Avete diverse opzioni , tutto dipende da come volete impostare la vostra attività . Molti decidono inizialmente di aprire un negozio eBay e , dopo che si sono fatti conoscere e hanno acquisito un pò di clientela , si spostano su una piattaforma e-commerce personale .
EBAY
Aprire un negozio su eBay è molto semplice e automatico . Sul web ci sono moltissime guide su come aprire un negozio su eBay , comunque il consiglio è quello di fare una capatina sulla “baia” e leggere il regolamento per aprire un negozio .
Aprire un negozio su eBay porta un vantaggio e uno svantaggio :

  • Maggiore visibilità

Infatti una volta che avrete aperto il vostro negozio eBay e avrete cominciato a vendere automaticamente sarete visitati da molti visitatori del sito interessati all’acquisto dei vostri prodotti .  La cosa importante è che il titolo della vostra inserzione richiami le parole chiave che uno cerca quando vuole acquistare il vostro prodotto . E’ chiaro che se io vendo una cuccia per cani di taglia media e la metto in vendita con il titolo : “cuccia taglia M offertissima” avrò meno visitatori piuttosto che se la metto in vendita con un titolo : “cuccia per cani di taglia media ” , ottimo sarebbe anche mettere il nome del tipo di cane . Se io ho un labrador e voglio acquistare una cuccia per un labrador , magari scrivendo cuccia per cani labrador potrebbe uscirmi fuori l’inserzione “cuccia per cani di taglia media labrador” e così via . E’ quindi importante mettere quante più informazioni possibile nel titolo . eBay offre inoltre la possibilità di inserire sottotitoli alla vostra inserzione e di pubblicizzarla , tenete sempre presente che tutte queste aggiunte sono a pagamento.

  • Maggiori costi

Se da un lato aprire un negozio eBay è molto conveniente , soprattutto per chi è all’inizio della propria attività e vuole acquisire clienti , dall’altro eBay fa pagare veramente ogni cosa . Infatti per aprire un negozio eBay si paga una tariffa mensile di circa 20 € , e se si vuole un account venditore premium la cifra è ancora maggiore . Inoltre ogni inserzione costa circa 15 centesimi . Ogni volta che si vuole promuovere la propria inserzione si paga ancora , si paga per inserire più foto nella galleria dell’inserzione e si paga anche , una volta venduto il prodotto , una percentuale a eBay che varia in base al prezzo finale del prodotto . Diciamo però che se io vendo una cuccia per cani a 100 € eBay si intasce il 6,75 % sugli inziali 75 € e il 4,25% sul restante prezzo di vendita . Per maggiori informazioni comunque consultate : http://pages.ebay.it/negozi/vantaggi.html
ALTRE TIPOLOGIE DI ECOMMERCE
Se invece vi siete acquisiti una certa clientela , oppure decidete fin da subito di tentare l’avventura fuori da eBay , allora sappiate che la scelta iniziale di quale piattaforma usare è veramente fondamentale .
Avete molte alternative online anche con i cosidetti CMS .
Sappiate comunque che i più utilizzati sono i seguenti :

Va considerato che ogni ecommerce ha le sue “particolarità” quindi non è mai semplic  capire quale piattaforma si adatta meglio ad ogni specifica esigenza . Ecco perche la scelta della piattaforma da utilizzare è di fondamentale importanza e vanno tenuti in considerazioni molti fattori prima di scegliere . Altra alternativa è quella di affidarsi ad una web agency , ma con costi ovviamente maggiori .

Una volta che avrete aperto il vostro ecommerce , dovrete considerare che vendere su internet non è come vendere in strada . Dovrete entrare nelle logiche del vostro cliente virtuale : quali sono le informazioni che desidera avere , con che modalità preferisce pagarvi , come si conquista la sua fiducia , come preferisce essere contattato , quali strategie adottare per riuscire a fidelizzarlo . Così come è nella reltà , anche nella “finzione” del web il lavoro del commerciante è quello di INGEGNARSI per inventare ogni giorno sistemi per portare nuovi clienti all’interno del proprio ecommerce .

Altro problema è quello del COME FARSI CONOSCERE , su internet infatti la concorrenza è spietata e possedere un sito , anche se bello , ma che non è visitato , è come possedere un negozio bellissimo in una via dove non ci passa mai nessuno .

Alcuni consigli per far visitare il vostro sito possono essere :

  • Aprire un blog

Aprite un blog e parlate della vostra attività . Più scriverete e più i motori di ricerca vi troveranno e vi faranno conoscere ai vostri potenziali clienti . Ricordatevi che nel blog non dovrete solamente pubblicizzare i vostri prodotti , ma dovrete parlare dei vostri prodotti mettendo in evidenza i loro punti di forza . Infatti se nel blog vi limiterete alla pubblicizzazione , il cliente si potrebbe sentire “preso per i fondelli” e lasciare immediatamente il sito . Nel suo pensiero crederà che il vostro sito non gli è stato utile e probabilmente non ci tornerà più .

  • Creare campagne pubblicitarie

Esistono molti siti dove poter acquistare banner pubblicitari da altri siti con molte visite al giorno . Anche qua è chiaro che se vendete videogames non dovrete pubblicizzare la vostra attività in un sito che parla di giardinaggio . Sarebbe tutto inutile .

  • Fidelizzate i vostri visitatori

Le statistiche riportano che un visitatore , prima di acquistare , torna sul sito almeno 5/6 volte per convincersi della bontà del suo acquisto . Per questo il sito dovrà innanzitutto essere semplice da navigare e carino graficamente . Navigabilità & usabilità sono gli ingredienti chiave per un sito di successo . Anche la formula di pagamento dovrà essere facile e rapida se non vorrete che al primo inconveniente il cliente si scocci e scappi  . Una volta che il cliente avrà completato l’acquisto , invitatelo a iscriversi alla vostra newsletter , magari promettendogli SCONTI , GRATIS , SUBITO . Queste tre parole sono importanti e statisticamente portano maggiori iscrizioni .

  • Facebook , l’importante è esserci .

All’interno delle vostre inserzioni aggiungete il tasto “mi piace” di facebook . Quando un cliente farà un acquisto e cliccherà sul tasto “mi piace” automaticamente tutti i suoi amici potrebbero vedere nella sua bacheca e , scaturiti dalla curiosità , potrebbero venire a visitare il vostro sito web . Facebook è un potentissimo mezzo di marketing e può essere utilizzato anche in maniera gratuita come mezzo di web marketing  . Inoltre vi consiglio di aprire una fan page del vostro negozio e di inserire il “Facebook Like Box” nel vostro sito . Quel riquadro dove è possibile vedere  a quante persone piace il vostro sito web . Per ulteriori informazioni sul web marketing su facebook consultate : http://www.webmarketingforum.it .

Queste sono le informazioni base per inziare a guadagnare soldi sul web aprendo un ecommerce . Adesso sta a voi scegliere la formula migliore per il vostro successo ! ! !

0 pensieri su “Come aprire e guadagnare soldi con un sito e-commerce”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *