I miti da sfatare sull’ acne

Ci sono diverse credenze e idee sbagliate su quello che si dovrebbe o non dovrebbe fare per curare l’acne. Qui di seguito cercheremo di spiegarle una ad una.

-Il modo migliore per porre fine ai brufoli è quello di scoppiarli.
Molto spesso si pensa che scoppiando il brufolo si possa togliere il dolore e guarire più in fretta. Non c’è niente di più sbagliato!! Quando si scoppia un brufolo si aiutano i germi ad entrare nella profondità della pelle causando dolore, arrossamento e anche qualche infezione. Inoltre, scoppiare un brufolo può causare la formazione di cicatrici che possono rimanere per tutta la vita. E’ sempre consigliabile consultare un dermatologo per aiutarvi a tenere sotto controllo l’acne,
-Mangiare cibi fritti o cioccolato può causare l’acne
Non è assolutamente vero che mangiare cibi fritti, cioccolato o altri alimenti grassi siano causa dell’acne, ma è altrettanto vero che una dieta ricca di frutta e verdura, cereali e di alimenti poveri di grassi aiuta a mantenere più in salute tutto l’organismo.
-Prendere il sole
E’ sbagliato credere che prendere il sole possa migliorare l’acne. O meglio subito potrebbe sembrare così, poiché cala il rossore e magari qualche brufolo scompare, ma appena sparisce l’abbronzatura ritornano anche i brufoli e il rossore. Prendere il sole senza una protezione adeguata può asciugare, irritare o bruciare la pelle ( per non parlare dell’aumento del rischio di cancro della pelle o di rughe). Prima di prendere il sole, o anche solo uscire all’aria aperta, è bene utilizzare una crema protettiva di almeno 15 e con la scritta “non comedogeno”, cioè una crema che non intasa i pori e perciò non peggiora l’acne. Inoltre è sempre meglio indossare un cappello e degli occhiali da sole per poter mantenere ancora più protetta la pelle.
-Lavarsi spesso la faccia aiuta a diminuire l’acne
Lavare il viso regolarmente va bene, poiché aiuta a rimuovere le cellule morte, l’eccesso di olio e lo sporco sulla superficie cutanea, ma è meglio non esagerare. Lavare troppo spesso il viso può irritare la pelle e quindi peggiorare la forma di acne. Generalmente è meglio lavarsi due volte al giorno con un detergente neutro, asciugare delicatamente la pelle con un panno morbido. Evitare i prodotti contenenti alcool e gli esfolianti poiché irritano la pelle.
-Non utilizzare trucchi
E’ sempre consigliabile non usare trucchi, ma se proprio ci si vuole truccare bisogna scegliere con molta cura i trucchi più adatti. Utilizzare prodotti “non comedogeno”, che non intasano i pori e perciò non peggiorano l’acne. Esistono anche trucchi composti da ingredienti come il perossido di benzoile e acido salicilico che aiutano la lotta contro l’acne. In ogni caso, se avete dubbi, consultate un medico e fatevi consigliare.
-Masturbarsi
Non esiste nessuna prova scientifica che dimostri che la masturbazione provochi l’acne e che l’astensione dal sesso o rapporti possono curarla.
-Usare più farmaci e creme aiuta a ridurre l’acne
Se si utilizzano farmaci contro l’acne è necessario seguire le istruzioni del farmaco o quelle del medico che le ha prescritte, poiché se si utilizzano più farmaci del dovuto la pelle si secca e si irrita. Per vedere i primi miglioramenti possono passare anche 8 settimane, perciò è sempre meglio consultare un medico e vedere con lui se la cura è adeguata alla vostra forma di acne, ma non aumentate la dose di farmaco per conto vostro, perché se si assume il farmaco in maniera sbagliata si possono avere degli effetti collaterali spiacevoli o addirittura pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *