acne: Che fare?

Avete mai sofferto di acne? È probabile che chiunque di voi abbia avuto qualche problema o che soffra tuttora di acne. I ragazzi sono i più colpiti anche, se a volte, solo in forma lieve. Ma, cos’è l’acne?
L’acne, conosciuta anche come l’acne vulgaris, si verifica quando il sebo e le cellule morte della pelle intasano i follicoli o pori.
E’ stato stimato che almeno l’ottanta per cento degli adolescenti ha avuto almeno una lieve forma di acne, poiché proprio durante la pubertà aumentano i livelli ormonali, che a loro volta provocano un aumento della produzione di sebo. Questo eccesso di sebo, se combinato con le cellule morte, può causare l’acne. L’acne non è discriminatorio, colpisce tutti, anche gli adulti, soprattutto le donne, che possono soffrire di acne ad intermittenza nell’arco di tutta la loro vita.
Quali sono i sintomi più diffusi che si verificano all’inizio dell’acne? Il sintomo più diffuso si verifica con un focolaio di punti bianchi, punti neri o brufoli, che possono verificarsi sul viso, sulla schiena, sulle spalle, o sul torace. I punti bianchi o i punti neri sono i pori ostruiti, mentre i brufoli accumulano batteri sotto i pori ostruiti. I brufoli grandi e molto profondi sono chiamati cisti e le lesioni che provocano possono essere molto dolorose e lasciare cicatrici.

Per cosa servono e in cosa consistono i trattamenti contro l’acne?
I trattamenti contro l’acne saranno diversi a seconda dalla gravità dell’acne. L’obiettivo è quello di ridurre o eliminare i focolai di acne ed evitare la formazione di cicatrici. Il primo trattamento consiste in una buona pulizia fatta con un sapone delicato e acqua calda insieme all’utilizzo di perossido di benzoile.
Se un’adeguata pulizia non è sufficiente a ridurre o eliminare i focolai di acne sarà necessario consultare un dermatologo per provare trattamenti più aggressivi, infatti solo il medico potrà prescrivere degli antibiotici in combinazione con una crema a base di perossido di benzoile per aumentare l’efficacia del trattamento. Se non vi è ancora alcun miglioramento e l’acne continua ad essere grave, il medico, come ultima risorsa, vi può raccomandare Accutane, che è un farmaco molto costoso con rari ma gravi effetti collaterali. Un nuovo trattamento disponibile è il Light Wave Therapy che recentemente è stato approvato da un severo organo di controllo americano chiamato FDA ( Food and Drug Administration), che utilizza onde luminose ed è utile per ridurre ed eliminare l’acne da lieve a moderata che non è stata sconfitta con altri trattamenti.
Cosa si può fare per cercare di ridurre i sintomi o focolai dovuti all’acne? Per ridurre i sintomi o i focolai dovuti all’acne bisogna lavare il viso due volte al giorno usando un sapone delicato e acqua calda. Lavare delicatamente senza strofinare troppo e preferire le mani nude all’uso dei guanti, altrimenti l’acne potrebbe solo che peggiorare. Seguire sempre le istruzioni del medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *