Acne: un problema a tutte le età

L’acne affligge circa il 25 per cento degli uomini adulti e il 50 per cento delle donne adulte. A causa di queste cifre, ci si chiede se non tutti gli adulti hanno mai avuto la possibilità di condurre una vita senza l’acne? L’acne persiste anche fino a tarda età, così anche se una persona ha raggiunto i trenta o quaranta anni può ancora avere un problema con l’acne.
L’acne generalmente è considerata come una cosa spiacevole e fastidiosa e che dovrebbe durare solo fino all’adolescenza, perciò gli adulti che manifestano ancora l’acne sono considerati peggio degli adolescenti che soffrono di questo problema. Una forma grave di acne può portare a depressione, bassa autostima fino all’isolamento sociale. L’acne non è un problema facile da risolvere, sia ben chiaro. Ogni caso di acne è unico, nel senso che una cura per un caso specifico di acne non si può applicare ad altri casi di acne. Fortunatamente, quasi tutti i casi di acne adulta possono essere curati.
Nel corso degli anni, ci sono state diverse teorie per quanto riguarda l’acne degli adulti. La maggior parte delle teorie hanno portato alla conclusione che l’acne nell’età adulta deriva da uno squilibrio ormonale, e perciò il riequilibrio ormonale è la perfetta soluzione. Questa è anche la ragione per cui l’acne scoppia durante la menopausa, durante le mestruazioni e la la gravidanza. L’ormone colpevole che causa l’acne è stata identificato come androgeno, cioè un ormone maschile che può essere trovato sia negli uomini che nelle donne.
Questo ormone causa un’eccessiva produzione di sebo che a sua volta provoca l’ostruzione dei pori o follicoli piliferi, all’interno dei quali si verifica una crescita di batteri e perciò l’acne. Anche la genetica svolge un ruolo molto importante per quanto riguarda l’acne. In un altro studio, il 50 per cento delle donne che avevano sviluppano l’acne da adulte con alti livelli di androgeni e testosterone, avevano anche la globulina bassa, una proteina del sangue.
L’acne si verifica in genere quando un poro della pelle è ostruito. Questo impedisce al sebo di fuggire, e perciò, una volta avvenuta questa ostruzione, si sviluppa in pieno l’acne nel giro di pochi giorni. Tuttavia, resta ancora sconosciuto perché l’acne si sviluppa solo in alcuni pori, e non tutti i pori. Le cause dell’acne includono squilibri ormonali, cattiva alimentazione, la genetica difettosa, carenza di vitamine, e troppo stress. In realtà, un mix di tutti questi fattori possono portare alla crescita e allo sviluppo di acne.
Al fine di curare l’acne, quindi, è importante non concentrarsi solo sulle cause, ma anche sul possibile trattamento. È stato dimostrato che il perossido di benzoile elimina l’acne in modo più che efficace di qualsiasi altro farmaco. Il perossido di benzoile non presenta gravi effetti collaterali, e può essere somministrato con facilità. E’ consigliato utilizzarlo una volta ogni tanto per non sviluppare alcuna tolleranza a questo trattamento.
Quindi, la prossima volta che pensate di essere un malato solitario d’acne, o che siete semplicemente sfortunati, pensate a quante persone sono colpite dall’acne.
In ogni caso, è sempre meglio consultare immediatamente un medico, e di informarsi per il bilanciamento ormonale o di altri trattamenti medici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *