Franchising Progetto Assistenza

progetto-assistenzaProgetto assistenza è un franchising che si occupa di fornire servizi alle persone ed in particola modo agli anziani, ai malati e ai disabili.

Progetto assistenza è un sistema collaudato da oltre dieci anni e perciò grazie all’etica, allo studio e alle conoscenze dei suoi fondatori, il franchising si presenta come una formula vincente, in continua crescita e che offre un servizio innovativo e di qualità.

Il franchising Progetto assistenza offre numerosi servizi alla persona ed in particolar modo è specializzato nell’offrire servizi alle persone anziane, alle persone malate e ai disabili. Il servizio, effettuato solo da personale qualificato, può essere erogato sia a domicilio che ospedaliero, e generalmente viene fornito dopo 24 ore dalla richiesta. I sevizi offerti possono riguardare l’assistenza alla persona, come fornire assistenza 24 ore su 24, o solo diurna o solo notturna, preparare i pasti, occuparsi dell’igiene personale, fare fisioterapia e molto altro. Si possono trovare servizi che si rivolgono alle famiglie come servizi infermieristici, visite specialistiche, accompagnamento e molto altro. IL franchising Progetto assistenza si occupa anche di fornire il servizio badante, mette a disposizione il servizio “non più solo” che permette con un assistenza telematica video/audio attraverso la quale un anziano può mettersi direttamente in contato con un famigliare. Infine, il franchising Progetto assistenza si occupa dello disbrigo delle pratiche per quanto riguarda malattie, infortuni e previdenza.

Per avviare un’attività in franchising Progetto assistenza sarà necessario un investimento iniziale, verrà richiesta una fee d’ingresso di 14.900 euro e una royalty dal settimo mese di attività.

Il franchising Progetto assistenza mette a disposizione il proprio know-how, garantisce un’assistenza continua sia in fase di apertura che durante tutta la durata del contratto. Si occupa completamente dell’allestimento del locale, fornendo anche il primo materiale cartaceo e il piano di fattibilità economico. Inoltre, organizza un corso iniziale per far acquisire il metodo operativo e dei corsi successivi, periodici, di aggiornamento. Mette a disposizione il manuale operativo e il software gestionale ed amministrativo.

L’ufficio deve avere una metratura minima di 25/35 mq, trovarsi in zone ad alto passaggio,con un bacino di utenza di almeno 50.000/60.000 abitanti ed avere almeno una vetrina fronte strada.

Se si vogliono maggiori informazioni su come aprire un centro in franchising Progetto assistenza, visitate il sito: www.progetto-assistenza.it

Veressenze Franchising profumeria

veressenzeVeressenze è il primo franchising italiano di alta profumeria d’equivalenza che propone profumi alla spina e cosmetici equivalenti di alta qualità, ma a prezzi interessanti.

Veressenze nasce nel 2014 e il successo è stato tale da portare all’apertura di ben 25 punti vendita nel giro di pochi mesi. Il team Veressenze è composto da professionisti e manager con precedenti esperienze all’interno di multinazionali e da “nasi “ altamente qualificati a livello europeo e che studiano, perfezionano e realizzano ogni giorno fragranze ex-novo del mondo made in Italy. Tutto questo per dimostrare le capacità di questa nuova, ma già grande impresa, capace, fin da subito, di far fronte a tutte le richieste dei propri clienti.

I profumi che si possono trovare all’interno di un punto vendita in franchising Veressenze sono tutti di alta qualità , composti dalle migliori essenze francesi ed elaborate per diventare essenze del tutto originali, innovative e migliorative delle fragranze dai grandi nomi famosi. Oltre, ai profumi alla spina, sarà possibile trovare creme viso e corpo, saponi e bagno schiuma, prodotti per la cura della persona, profumi d’ambiente e oli essenziali. Tutti i prodotti offerti sono rigorosamente made in Italy, creati con prodotti di alta qualità e non testati sugli animali.

Tutti i prodotti che si possono trovare all’interno di un punto vendita in franchising Veressenze sono molto economici,i n quanto l’azienda ha deciso di eliminare le spese non indispensabili, come la scatola o la pubblicità, per poter offrire un prodotto di alta qualità, ma a prezzi molto competitivi.

Se si vuole aprire un punto vendita in franchising sarà necessario un piccolo investimento iniziale. Non verrà richiesta nessuna fee d’ingresso e nessuna royalty. Inoltre, non sono previsti ordini minimi d’acquisto.

Il franchising Veressenze mette a disposizione il proprio know-how e garantisce un’assistenza costante sia in fase di apertura che durante tutta la durata del contratto. Offre un servizio chiavi in mano. Garantisce una gamma di prodotti molto ampia con un continuo riassortimento e con sempre nuove proposte. Garantisce una zona in esclusiva.

Il locale deve trovarsi in zone ad alto passaggio ed avere una metratura minima di 40 mq.

L’azienda mette a disposizione la possibilità di aprire un corner all’interno di attività già esistenti.

Se si vogliono avere maggiori informazioni su come aprire un punto vendita in franchising Veressenze, visitate il sito: www.veressenze.com

Sugarmix franchising

sugarmixSugarmix è il primo franchising che si occupa di fornire dei servizi pubblicitari attraverso un rivoluzionario dispenser di bustine di zucchero in grado di trasmettere immagini e video pubblicitari.

Sugarmix nasce dallo studio delle abitudini comportamentali dei clienti al bar e notando che gran parte del bancone all’interno di un bar è sempre occupato da grandissimi contenitori di bustine di zucchero e porta tovagliolini, è nata l’idea di creare un dispenser tecnologico che potesse contenere bustine e allo stesso tempo trasmettere spazi pubblicitari. Il dispenser Sugarmix risolve il problema dello spazio e permette di distribuire bustine di zucchero e tovagliolini all’interno di un solo contenitore compatto ed esteticamente piacevole. Inoltre, il dispenser può essere posizionato in qualsiasi punto e grazie alle ventose risulta avere un’ottima stabilità. La parte innovativa di questo dispenser è il suo display full hd che permette di trasmettere video e immagini pubblicitarie arrivando direttamente al cliente.

Per poter entrare a far parte del franchising Sugarmix sarà necessario un investimento iniziale o fee d’ingresso di 3.900 euro, ma non verrà richiesta nessuna royalty. Verrà richiesto solo un contributo di 20 euro mensili per ogni dispenser venduto, perciò l’affiliato dovrà occuparsi di vendere lo spazio pubblicitario garantendosi tutto il guadagno a parte per i 20 euro. L’affiliato avrà una zona in esclusiva con un bacino di utenza di circa 50.000 abitanti. Inoltre, a fronte di un canone mensile l’affiliato riceverà 50 dispenser che l’affiliato potrà posizionare in sub comodato nei bar.

Il franchising Sugarmix mette a disposizione il proprio know-how, si occupa della formazione dell’affiliato, offre un supporto tecnico e lo affianca all’inizio attività. Inoltre, garantisce un’assistenza continua sia in fase di apertura che durante tutta la durata del contratto che generalmente è di 3 anni.

Non è necessario avere alcun ufficio, non deve essere fatta nessuna scorta di magazzino e non ci sono minimi d’acquisto e perciò, grazie a tutto questo, le spese di gestione sono molto limitate.

Se si vogliono avere maggiori informazioni su come far parte del franchising Sugarmix, visitate il sito: www.sugarmix.it

Bottega della Canapa

bottega-della-canapaBottega della Canapa è la prima catena italiana di negozi che propone una vasta scelta di prodotti tutti derivati dalla lavorazione artigianale della canapa.

Bottega della Canapa è un’azienda italiana nata nel 2003 in Romagna dall’idea dei due soci fondatori Giacomo Masioli e Massimiliano Spinelli che volevano proporre una vasta gamma di prodotti derivati dalla lavorazione della canapa. Questa scelta si è dimostrata una scelta etica ed ecologica in quanto tutti i prodotti proposti sono senza Ogm, non testati sugli animali, nel rispetto dell’ambiente e promuovono il risparmio idrico ed energetico.

I prodotti che si possono trovare all’interno di un punto vendita in franchising Bottega della Canapa derivano da un’elevata qualità e un’approfondita selezione delle materie prime. Possiamo trovare prodotti alimentari come olio, pasta, dolci e caramelle di canapa, cosmetici prodotti in Italia che comprendo nono linea viso, corpo, capelli solare e bimbi, saponi vegetali, abbigliamento, accessori come cinture, calzini, e portafogli, scarpe, borse, marsupi e indumenti intimi. Inoltre, c’è una linea dedicata alla pulizia della casa e per la profumazione degli ambienti come gli incensi atossici.

Se si vuole aprire un punto vendita in franchising Bottega della Canapa sarà necessario un investimento iniziale di circa 50/60.000 euro. Non viene richiesta nessuna royalty, ma una fee annuale variabile per l’utilizzo del marchio. Inoltre, nell’investimento iniziale è compresa la prima fornitura di merce per l’allestimento del negozio. Il franchising Bottega della Canapa mette a disposizione il proprio know-how e garantisce un’assistenza costante sia in fase di apertura che durante tutta la durata del contratto, che generalmente è di 10 anni. E’ preferibile un’esperienza pregressa nel settore, ma non obbligatoria, in quanto sarà il franchising ad occuparsi della formazione del personale.

Il locale deve trovarsi in zone ad alta frequentazione con un bacino di utenza di almeno 100.000 abitanti. Deve avere una metratura di circa 100 mq.

Se si vogliono avere maggiori informazioni su come aprire un punto vendita in franchising Bottega della Canapa, visitate il sito: www.bottegadellacanapa.com

Tata Italia Franchising

tata_italiaTata Italia è un franchising di calzature per uomo, donna e bambino.

Tata Italia nasce nel 2000 da un gruppo di soci dopo aver avuto una decennale tradizione ed esperienza nel mondo calzaturiero. Il successo si è dimostrato fin da subito attraverso l’apertura di nuovi punto vendita. Nel 2013 si è pensato di allargare l’attività attraverso la formula del franchising. Ad oggi sono quasi 50 i punti vendita aperti in franchising in Italia e due all’estero, ma si prevedono molte nuove aperture nei prossimi mesi.

All’interno di un punto vendita in franchising Tata Italia sarà possibile trovare un vasto assortimento di calzature per uomo donna e bambino e accessori. I prodotti hanno tutti un ottimo rapporto qualità/prezzo con un design moderno e di tendenza, proponendo così un prodotto sempre attuale. Le carte vincenti dei prodotti offerti in un punto vendita in franchising Tata Italia sono creatività, qualità, riassortimento costante, design moderno e buoni prezzi .

Se si vuole aprire un punto vendita in franchising Tata Italia sarà necessario un investimento iniziale di circa 70.000 euro, ma non verrà richiesta nessuna royalty e nessuna fee d’ingresso. Verrà richiesta a garanzia una fideiussione bancaria. La merce viene fornita in conto vendita e a fine stagione viene ritirato l’invenduto gratuitamente. Anche la spedizione dei prodotti al punto vendita viene effettuata gratuitamente. Il franchising Tata Italia garantisce un’assistenza costante sia in fase di apertura che durante tutta la durata del contratto. Si occupa del marketing attraverso immagine e comunicazione e della formazione del personale. Inoltre, garantisce una vasta gamma di modelli con un riassortimento costante. Viene data una zona in esclusiva.

Il locale deve trovarsi o all’interno di un centro commerciale molto frequentato o in un centro storico. Deve avere una metratura che varia dai 200 ai 500 mq.

Per avere maggiori informazioni su come aprire un punto vendita Tata Italia, visitate il sito: www.tataitalia.com

Franchising BC Action

bcactionBC Action è il primo franchising italiano esclusivamente dedicato all’indoor cycling

BC Action nasce dall’idea di un team i appassionati di fitness che hanno deciso di lanciare questo format innovativo nel 2012 che mette a disposizione delle biciclette di ultima generazione, strumentazione audio e video d’avangurdia e metodi di allenamento personalizzati.

All’interno di un centro in franchising BC Action sarà possibile effettuare l’indoor cycling che rappresenta un’attività sportiva non agonistica attraverso la guida degli istruttori che faranno effettuare al cliente una sorta di percorso virtuale attraverso diverse tecniche di pedalata e di diverse andature, il tutto accompagnato da una buona musica di sottofondo. L’indoor cycling è un sport che può essere praticato da tutti, infatti è solo necessario saper pedalare.

Il franchising BC Action metta a disposizione due format:

  • Point BC Action e
  • Centro BC Action.

Il Point BC Action è destinato ad attività già avviate come palestre e strutture sportive, mentre il Centro BC Action è una struttura completamente dedicata all’allenamento indoor cycling.

Se si vuole aprire un centro in franchising BC Action sarà necessario un investimento iniziale minimo di 80,000 euro per poter aprire un Point BC Action, mentre saranno necessari almeno 160,000 euro per un Centro BC Action. L’investitore dovrà avere a disposizione almeno metà dell’importo necessario. Verrà richiesta una royalty mensile di 1,200 euro, ma nessuna fee d’ingresso. Il franchising BC Action garantisce un’assistenza costante sia in fase di apertura che durante tutta la durata del contratto che generalmente è di 24 mesi. Si occupa della formazione della receptionist all’uso del software gestionale e organizza periodicamente dei corsi di aggiornamento per gli istruttori. Inoltre, il franchising BC Action offre un’assistenza sia gestionale che commerciale. Garantisce una zona in esclusiva.

Il locale deve avere una metratura minima di 100 mq per quanto riguarda il Point BC Action, mentr una metratura di circa 350 mq per un Centro Bc Action che dovrà trovarsi in zone con una buona visibilità e facilmente raggiungibili anche in macchina.

Se si vogliono avere maggiori informazioni su come aprire un locale in franchising BC Action, visitate il sito: www.bc-action.com

Franchising Share & Joy

share_and_joyShare & Joy è un’innovativa realtà che permette di personalizzare abbigliamento, gadget e molto altro, all’interno di realtà già esistenti come bar, caffetterie, parrucchiere e saloni di bellezza.

Share & Joy nasce dall’idea di un gruppo di grafici con molta esperienza alle spalle e che voleva offrire un servizio di ottima qualità, utilizzando macchinari di ultima generazione per creare stampe su t-shirt, su gadget, su accessori, su tazze e su molto altro ancora in un ambiente moderno, allegro e innovativo. All’interno di un locale Share & Joy, ad esempio sarà possibile trovare due menù differenti. Il primo, nel caso di un bar caffetteria, sarà quello relativo al servizio bar e il secondo menù sarà quello di stampa all’interno del quale saranno rappresentate tutte le possibili personalizzazioni e tutti i prodotti.

Se si vuole aprire un punto vendita in franchising Share & Joy sarà possibile scegliere tra diversi format:

  • Share & Joy Cafè
  • Share & Joy Hair
  • Share & Joy Wear
  • Share & Joy Easy Shop
  • Share & Joy On the road e
  • Share & Joy Lab.

Tutti i format hanno come base una tecnologia innovativa, con macchinari di ultima generazione, che permettono di personalizzare, attraverso una grafica di alta qualità, in modo semplice abbigliamento e gadget.

Per quanto riguarda la formula Share & Joy Cafè sarà necessario un investimento iniziale di circa 24,000 euro se il locale è già esistente, altrimenti ci vorranno fino a 70,000 euro. Ogni punto vendita mette a disposizione dei monitor touch in modo che ogni cliente possa creare in digitale la propria personalizzazione mentre beve un caffè.Lo Share & Joy Hair è la formula pensata per i parrucchieri e prevede un investimento iniziale di circa 5,900 euro per attività già esistenti fino ad un massimo di 29,000 euro. Lo Share & Joy Wear è il format dedicato al mondo più fashion all’interno del quale si potrà scegliere tra moltissimi capi di abbigliamento da personalizzare. L’investimento iniziale è di circa 6,900 euro. Lo Share & Joy Wear, invece è dedicato a negozi già esistenti che permettono ai propri clienti di personalizzare capi di abbigliamento in modo autonomo attraverso dei monitor touch. L’investimento necessario è di 12,900 euro. Poi, abbiamo il format Share & Joy On the road, un piccolo negozio su quattro ruote che offre comunque un’ottima qualità di stampa e di scelta. In questo caso l’investimento sarà di circa 14,900 euro. Infine, troviamo lo Share & Joy Lab che rappresenta un centro multifunzionale all’interno del quale sarà possibile effettuare stampe di piccolo formato, ma anche stampe in grande formato, su espositori e stand sempre mentre si sorseggia un aperitivo o si beve un caffè. L’investimento iniziale è di almeno 90,000 euro.

Se si vogliono avere maggiori informazioni su come aprire in franchising un Share & Joy, visitate il sito: www.shareandjoy.com

Aprire una braceria paninoteca in franchising Tameos

Tameos-franchisingTameos è un franchising che vuole proporre un’alternativa al classico fast food e che offre l’arrosticino come piatto forte.

Tameos nasce dall’idea di far conoscere i prodotti tipici abruzzesi, come gli arrosticini, con l’obbiettivo di diversificarsi dai soliti fast food, proponendo un cibo caratteristico, genuino e fatto rigorosamente a mano.

All’interno di una braceria e paninoteca in franchising Tameos sarà possibile degustare gli arrosticini cotti alla brace e proposti con diversi tipi di carne, come la pecora, il pollo, il fegato e la salsiccia. Oltre agli arrosticini sarà possibile degustare i numerosi burger proposti sia con carni rosse che con carni bianche rigorosamente di prima qualità. Inoltre, sarà possibile ordinare taglieri di bruschette e salumi, formaggi, patatine rustiche e molti altri prodotti della tradizione abruzzese.

Se si vuole aprire una braceria e paninoteca in franchising Tameos sarà necessario un investimento iniziale a partire dai 29,900 euro più Iva, non verrà richiesta nessuna fee d’ingresso, ma una royalty del 2% dal secondo anno di attività. Il franchising Tameos si occupa di allestire completamente il punto vendita, si occupa della formazione del personale attraverso uno stage prima dell’apertura e mette a disposizione per i primi cinque giorni di apertura dell’attività un esperto che potrà avviare l’attività nel migliore dei modi. Inoltre, il franchising Tameos metta a disposizione il proprio know-out, il manuale operativo e un software per la gestione completa dell’attività. Garantisce una zona in esclusiva.

Il locale deve avere una metratura di circa 40/50 mq e trovarsi in zone ad alto passaggio pedonale o incentri commerciali o nelle vie principali adibite allo shopping. Inoltre, sarà necessaria la presenza di una canna fumaria o la possibilità di poterla installare.

Se si vogliono avere maggiori informazioni su come aprire una braceria paninoteca in franchising, visitate il sito: www.tameos.com

Franchising Riparare Cellulari

riparare-cellulariRiparare Cellulari è un franchising che si occupa di avviare negozi per la riparazione dei cellulari.

Riparare Cellulari nasce dall’idea di Gianluca De Leonardis e Concetta Prete con molta esperienza nel settore della vendita e della riparazione di cellulari. Inizialmente,nel 1999, l’azienda con il nome New Planet, offriva solo un servizio di vendita di cellulari e assistenza tecnica, poi, vista la grande richiesta, il servizio è stato ampliato offrendo l’assistenza per videogiochi e pc. La richiesta è sempre maggiore, anche da parte di altri negozianti, tanto, che nel 2006, i due soci decino di organizzare corsi di formazione per insegnare a riparare telefonini e videogiochi. Infine, come ultimo passo, l’idea di ampliare la propria attività attraverso la formula del franchising.

Ora, all’interno di un punto vendita in franchising Riparare Cellulari è possibile trovare numerosi servizi, come la riparazione di smartphone, di cellulari, di tablet e di console di tutte l marche. L’assistenza tecnica effettua servizio di sostituzione vetri rotti, della riparazione di telefoni ossidati, delle riparazioni elettroniche e di molto altro ancora. Inoltre, l’azienda si occupa di organizzare corsi di formazione, effettua la vendita al dettaglio e la vendita all’ingrosso.

Se si vuole aprire un punto riparazioni in franchising Riparare Cellulari sarà necessario un investimento iniziale a partire da 4.900 euro più Iva. Il franchising Riparare Cellulari offre due possibilità di affiliazione:

-il point, un progetto destinato a punti vendita già esistenti che vogliono ampliarla gamma di servizi da offrire e

– lo store, un negozio vero e proprio e che rispecchia completamente il layout aziendale.

Il franchising Riparare Cellulari garantisce un’assistenza continua sia in fase di apertura che durante tutta la durata del contratto. Si occupa della formazione del personale attraverso un corso iniziale e dei corsi di aggiornamento periodici. Fornisce un software per la gestione completa del punto riparazioni. Garantisce una zona in esclusiva.

Il locale deve avere una metratura minima di 20 mq oltre a 10 mq da adibire a laboratorio riparazione. Deve avere almeno una vetrina fronte strada e trovarsi in strada ad alto passaggio.

Se si vogliono avere maggiori informazioni per come aprire un punto di riparazione in franchising Riparare Cellulari, visitate il sito: www.ripaparecellulari.it

Parafarmacia in franchising Chiedilo al farmacista

chiediloalfarmacistaChiedilo al farmacista è una nuova catena di parafarmacie in franchising.

Chiedilo al farmacista è stato studiato per rivolgersi principalmente a farmacisti che vogliono avviare un’attività innovativa utilizzando l’esperienza, i servizi e gli strumenti di un gruppo consolidato. L’attività può essere avviata anche da un imprenditore o un investitore cosciente della necessità di avere un farmacista che poi gestirà il punto vendita.

Chiedilo al farmacista nasce nel 2013 dall’idea di una generazione di farmacisti,che grazie anche alle nuove normative, decide di immettere sul mercato un nuovo format innovativo e di sicuro successo. Da qui l’idea di aprire la prima parafarmacia a marchio Chiedilo al farmacista. L’idea è risultata da subito vincente, tanto che si è pensato da subito di ampliare l’attività attraverso la formula del franchising.

All’interno di una parafarmacia in franchising Chiedilo al farmacista sarà possibile trovare tutti i prodotti della linea Chiedilo al farmacista, molti altri prodotti selezionati di molti altri marchi e un angolo interamente dedicato all’estetica. Inoltre, un altro angolo viene completamente dedicato alle auto-analisi e alle analisi.

Se si vuole aprire una parafarmacia in franchising Chiedilo al tuo farmacista sarà necessario un investimento iniziale. Inoltre, verranno richieste una fee d’ingresso di 6.000euro più Iva e una royalty mensile. Il franchising Chiedilo al farmacista garantisce un’assistenza e una formazione continua sia in fase di apertura che durante tutta la durata del contratto, mette a disposizione il proprio know-out e garantisce una zona in esclusiva.

Il locale deve avere una metratura di almeno 80 mq per ciò che riguarda la parte adibita alla vendita, oltre ad una zona da adibire alle analisi e alla auto-analisi e un piccolo magazzino. Deve trovarsi in zone ad alto passaggio, meglio se in vie commerciali all’interno di città medio-grandi. La parafarmacia dovrà essere gestita da un farmacista che verrà aiutato da almeno un’altra persona, meglio se un’estetista per poter seguire l’angolo estetico.

Se si vogliono avere maggiori informazioni su come aprire una parafarmacia in franchising Chiedilo al Farmacista, visitate il sito: www.chiediloalfarmacista.it